Marcia indietro per Taylor Swift: '1989' sarà su Apple Music

Marcia indietro per Taylor Swift: '1989' sarà su Apple Music

Colpo di scena nella querelle che vede da una parte Taylor Swift e dall'altra il nuovo servizio di musica in streaming made in Cupertino: Apple Music. Come noto, la popstar - tramite una lunga lettera indirizzata ai vertici del colosso tecnologico - ha spiegato le motivazioni per cui non desidera includere il suo ultimo album "1989" nel catalogo del servizio (così come non lo ha concesso a tutti gli altri competitor e simili compagnie).

Questa lettera aperta ha sortito l'effetto di far tornare Apple sui propri passi, rivedendo la policy secondo cui non sarebbero stati elargiti compensi agli artisti per gli ascolti avvenuti durante i primi tre mesi di prova di Apple Music concessi agli utenti gratuitamente. E ora a tornare sulle proprie decisioni è la Swift, che ha annunciato che "1989" sarà concesso ad Apple e incluso nel catalogo di streaming.

La cantante ha twittato:

Dopo gli eventi di questa settimana, ho deciso di mettere "1989" su Apple Music... e ne sono felice

Ha poi aggiunto:

Se pensate che si tratti di un accordo in esclusiva simile a quelli che avete visto stipulare da Apple con arti artisti, non lo è

E poi ancora:

Semplicemente questa è la prima volta che ho sentito dentro di me che era giusto mettere in streaming un mio album. Grazie apple, per il tuo cambiamento di idea.

Questa è comunque la prima volta in assoluto che la Swift concede "1989" (che è uscito a ottobre del 2014) a una piattaforma di streaming, anche se a pagamento e non aderente al modello freemium stile Spotify. - di cui Taylor è acerrima critica.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.