Jovanotti, arriva dal futuro il 'Lorenzo negli stadi 2015': 'E' il mio show per bambini dai 4 ai 99 anni'. La prima ad Ancona - FOTO

Jovanotti, arriva dal futuro il 'Lorenzo negli stadi 2015': 'E' il mio show per bambini dai 4 ai 99 anni'. La prima ad Ancona - FOTO

Ha debuttato ieri sera in un gremito Stadio del Conero di Ancona "Lorenzo negli stadi 2015", la nuova tournée del cantautore di Cortona. Jovanotti ha alzato il sipario dello show che porterà in giro negli stadi italiani per tutto il mese di giugno e fino al prossimo 5 luglio: si tratta di uno show imponente, dalla produzione monumentale. Lorenzo, scherzando, lo presenta come uno spettacolo che viene dal futuro: "Lo show nasce nel 2184 ed è la mia idea di 'rock'n'roll show' oggi. Rispetto al 2013, lo spettacolo è molto più tirato, è un 'action poetico' che punta dritto alla leggerezza, ha molto a che fare con la mia infanzia e con il senso di stupore e di coinvolgimento che si prova prima di confrontarsi con il mondo reale, quello delle furbizie e del retropensiero. Per ampliare il senso del discorso, dico che questo spettacolo ha a che fare con l'infanzia del rock, con i processi di formazione e con una parola chiave che mi sta a cuore frequentare: l'ingenuità. Come canto ne 'Gli immortali', 'Ho salutato la gioventù per ritornare bambino'".

Tutto il lavoro di ideazione e progettazione del "Lorenzo negli Stadi 2015" è cominciato più di un anno fa, quando Lorenzo ha iniziato le prime riunioni con i suoi collaboratori: "All'inizio della scrittura dello spettacolo, mentre registravo i demo di Lorenzo 2015cc, è nato il desiderio di voler realizzare un grande show per bambini di ogni età, dai 4 a 99 anni. Nel tempo le intenzioni si sono modificate ma è rimasta la spinta di base, quella di voler divertire ed emozionare evocando l'essere umano che è in noi, che si stupisce, si anima, si emoziona, si diverte, si eccita, si arrabbia, si rigenera, ama", racconta Jovanotti, "La prima riunione per immaginare il palco di quest'anno l'abbiamo fatta a giugno del 2014. Siamo passati attraverso innumerevoli bozzetti per arrivare al definitivo. Volevo uno spazio scenico che mi permettesse di fare uno show grande ma non 'pesante', volevo dare immediatamente l'idea di movimento, di velocità, di energia, di modernità e che potesse portami in diversi punti dello stadio in modo da non avere mai un 'centro' e nemmeno un frontepalco. Abbiamo in pratica la 'prima fila' più lunga del mondo, tutto il prato è in prima fila".

Le luci sono curate dal canadese Andrew J Pen, al fianco di Jovanotti dall'era "Safari", e incorniciano il palco colorato e dalla grande estensione. Lo schermo di 800 mq è a forma di fulmine e ha un'alta definizione con una nuova tecnologia 4K: "Ho scelto il fulmine perché è contemporaneamente il passaggio tra il cielo e la terra, energia, elettricità, rapidità, meraviglia, velocità, luce nella notte ma è anche una crepa che dichiara la nostra fragilità che, dinamica e pericolosa, dichiara uno stato di assoluta precarietà delle cose", spiega a proposito della scenografia il cantautore, "avevo in mente i grandi palchi dei concerti che mi hanno fatto impazzire, i giganteschi spazi degli U2, o gli spettacoli come quelli di Springsteen, e quella cosa che riesce a trasformare uno stadio in uno spazio intimo dove è possibile il contatto".

Un grande lavoro si nasconde anche dietro ai costumi di scena, tutti originali e disegnati apposta per lo spettacolo, come racconta Lorenzo: "Raccontano un mondo di storie frullate e sparate nello spazio. L'astronauta, l'indiano, la rockstar, il western-samurai, l'apprendista supereroe, lo stregone ritmico, i soldati della 'forza', Mr. T jamaicano. Il nostro input è stato quello di spingersi in avanti il più possibile, di andare oltre il concetto di abito tradizionale verso qualcosa di molto iconico che stesse sul confine tra molto mondi: i piloti di motocross acrobatico, la fantascienza, il fumetto, la periferia urbana, la provincia, l'Africa, Burning Man, Moebius, Mad Max e via dicendo".

Al pubblico è affidato il ruolo di co-protagonista dello show: "Il pubblico partecipa ad una grande festa e lo scopo è che si lasci andare. Ho eliminato le proposte che prevedevano l'uso di app per cellulari o cose simili che invitassero ad interagire il pubblico, proprio perché il massimo, per me, è che il pubblico si dimentichi anche di averlo in tasca, e viva un’esperienza diretta, non mediata da nulla, come ormai è diventato molto raro vivere, immersi come siamo nel flusso delle informazioni e della rete. Voglio che il mio spettacolo non dia informazioni ma emozioni, non provochi ma evochi, non commenti ma racconti, non esprima nulla ma sia qualcosa", dice a tal proposito il Cherubini.

Nel preshow, Lorenzo ha voluto dare a giovani professionisti la possibilità di esibirsi nei pomeriggi con un loro personale DJ set (uno per ciascun concerto). A Salmo, invece, definito "uno dei rapper più interessanti del panorama dello spettacolo italiano", Jovanotti ha affidato il compito di "accompagnare il pubblico al più grande spettacolo dopo il big bang".

Il concerto si apre con un film scritto da Lorenzo in collaborazione con i registi Antonio Usbergo e Niccolò Celaia (che insieme a Salmo avevano diretto il videoclip di "Sabato"), con Carlo Zoratti e con Francesco Piccolo, e alle riprese ha preso parte anche Ornella Muti: "E' una Diva, l'ho voluta come meravigliosa regina nel film di inizio concerto", dice Jova a proposito della partecipazione dell'attrice. Nel film compaiono anche Claudio Cecchetto (che apre lo show nel ruolo del dj che parla alla radio nell'anno 2184), Fiorello (in versione "Super Fiorello"), Carlo Conti (in una surreale versione del suo popolare quiz) e Filippo Timi (che ha dato la voce ad un magico Siri/Leonardo Da Vinci). La scaletta si compone di un totale di 29 brani: ci sono classici quali "Penso positivo", Bella", "Serenata rap", "Mezzogiorno", "L'ombellico del mondo" e "A te", unitamente a brani pescati dal passato prossimo come "Il più grande spettacolo dopo il big bang", "Estate", "Le tasche piene di sassi", "Tutto l'amore che ho" e "La notte dei desideri" e canzoni tratte dall'ultima prova del cantautore, da "Tutto acceso" a "Gli immortali" passando per "L'alba", "Sabato", "Musica" e il nuovo singolo "L'estate addosso".

Ad affiancare Lorenzo, sul palco, c'è la band che lo ha accompagnato negli ultimi tre tour (una sola new entry, quella del ventenne chitarrista Danny Bronzini): "Ho riconfermato la band dei miei ultimi tour con l'aggiunta di una chitarra, il giovane Danny Bronzini. Amo questa band, non ho mai ascoltato niente di così potente compatto e versatile in giro", spiega a proposito del gruppo il cantautore, "questo gruppo di musicisti ha debuttato con me negli stadi due anni fa e già allora è stata una grande esperienza, ma sentivo che avrebbe potuto dare ancora di più se l'avessi tenuta insieme, e dalle prove di queste giorni ne ho la conferma, siamo una squadra da campionato mondiale, schemi perfetti che lasciano spazio all'invenzione di ognuno dei fuoriclasse. Il massimo della tecnologia con il massimo del cuore". In merito al suono, curato da Pino "Pinaxa" Pischetola, poi, Jova aggiunge: "Questa band mi permette di avere un sound eclettico sempre molto potente, sia nella atmosfere spinte, che quest'anno ho voluto che fossero la maggioranza, che in quelle rarefatte e intime. Abbiamo introdotto una novità per la prima volta in assoluto in un concerto live: tutto il suono della band passa attraverso un filtro di quelli che usano i DJ che permette a Pinaxa e a me dal palco di manipolare e postprodurre il suono in diretta come se fosse un disco di vinile. L'effetto è una figata e lo utilizziamo nei break ritmici dei pezzi più tirati".

I prossimi 25, 26 e 27 giugno il "Lorenzo negli stadi 2015" farà tappa allo Stadio San Siro di Milano; poi sarà la volta di Padova (Stadio Euganeo, 30 giugno), Firenze (Stadio Artemio Franchi, 4 e 5 luglio), Bologna (Stadio Dall'Ara, 8 luglio), Roma (Stadio Olimpico, 12 luglio), Messina (Stadio San Filippo, 18 luglio), Pescara (Stadio Adriatico G. Cornacchia, 22 luglio), Napoli (Stadio San Paolo, 26 luglio) e Bari (Arena della Vittoria, 30 luglio).

SETLIST:
"Penso positivo"
"Tutto acceso"
"Attaccami la spina"
"L'alba"
"Una scintilla"
"Sabato"
"Il più grande spettacolo dopo il Big Bang"
"Bella"
"Stella cometa"
"Ora"
"Fango"
"Il mondo è tuo"
Medley: "Non mi annoio/ Falla girare/E' la scienza bellezza/Tanto tanto tanto"
"L’ombelico del mondo"
"Musica"
"L’estate addosso"
"Estate"
"Le tasche piene di sassi"
"L'astonauta"
"Serenata rap"
"Come musica"
"Tutto l’amore che ho"
"La notte dei desideri"
"Tensione evolutiva"
"Mezzogiorno"
"Ragazzo fortunato"
"A te"
"Gli immortali"
"Ti porto via con me"

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/pCZvyeUy_elQbiy74AZBozYEg_A=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fcdnrockol.rockolcomsrl.netdna-cdn.com%2FUEJmpn-jc2ZYKMSyLZeHsNL6ZIk%3D%2F600x450%2Fsmart%2Fhttp%253A%252F%252Fwww.rockol.it%252Fimg%252Ffoto%252Fupload%252Frol5-IMG_7947.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/q1bqp8a0LgEgqfYnNwbRxFrlAO0=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fcdnrockol.rockolcomsrl.netdna-cdn.com%2FkdLO8VOV2Wrz-fkCHnG0cEKmdbo%3D%2F480x360%2Fsmart%2Fhttp%253A%252F%252Fwww.rockol.it%252Fimg%252Ffoto%252Fupload%252Frol6.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/0vqNBpQ5zc0ePu614AM1HgEhhJo=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fcdnrockol.rockolcomsrl.netdna-cdn.com%2FT1bNfWaxz6DDPCiA9OVqSsw-hHE%3D%2F480x360%2Fsmart%2Fhttp%253A%252F%252Fwww.rockol.it%252Fimg%252Ffoto%252Fupload%252Frol4.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/sKPOPfXyQvokEqShyxu1BV1oJ_o=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fcdnrockol.rockolcomsrl.netdna-cdn.com%2F2DJST9u327Ecu8Ibun5GWDVVtkE%3D%2F480x360%2Fsmart%2Fhttp%253A%252F%252Fwww.rockol.it%252Fimg%252Ffoto%252Fupload%252Frol3.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/xQum4vyWj8WiSjF62eOVCPrm7F8=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fcdnrockol.rockolcomsrl.netdna-cdn.com%2FZ092OSs4rv_gvJuXa5nIDnId1iw%3D%2F480x360%2Fsmart%2Fhttp%253A%252F%252Fwww.rockol.it%252Fimg%252Ffoto%252Fupload%252Frol2.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/TCuRY4X6FDgWV3_avjD58EKEsEw=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fcdnrockol.rockolcomsrl.netdna-cdn.com%2FrnFrMZc8vWiEp_jZgq2BO4c0U7g%3D%2F480x360%2Fsmart%2Fhttp%253A%252F%252Fwww.rockol.it%252Fimg%252Ffoto%252Fupload%252Frol1-IMG_9754.jpg
Dall'archivio di Rockol - Jovanotti presenta il singolo "Prima che diventi giorno"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.