I Verdena all'Estathé Market Sound di Milano: il report della serata

I Verdena all'Estathé Market Sound di Milano: il report della serata

Il palco allestito ai Mercati Generali di Milano si colora di blu intenso. Si percepiscono i battiti della grancassa di Luca Ferrari, simili alle pulsazioni di un cuore umano. L’atmosfera si anima e i Verdena sono pronti per iniziare. Il concerto si apre con “Alieni fra di noi”, pezzo ambiguo e ipnotizzante, che segna un principio quasi in punta di piedi, tra i ritmi bene sostenuti e corposi della batteria e i sussulti del corpo della bassista Roberta Sammarelli, riversa sullo strumento. Nonostante la calda partecipazione del pubblico, sembra che durante i primi brani non si siano ancora prese le misure per riuscire ad amalgamare bene i suoni: il basso a tratti copre interamente le frequenze degli altri strumenti e crea una risonanza fin troppo cupa. Al clima enigmatico e incerto contribuisce anche il tempo, con uno scroscio di pioggia che cade all’improvviso, come se si trattasse di un effetto speciale. Stare sul filo del rasoio pare comunque piacere molto al gruppo, che reagisce alle difficoltà con l’intensità e l’esperienza di chi suona insieme da anni. Non si lamentano, procedono illuminati dai fari alle loro spalle, e davanti a loro le gocce fitte donano al concerto le tinte di un evento struggente e suggestivo: “giuro che se inizia a diluviare mi butto!”, afferma Roberta, mentre il pubblico la incita. In generale vengono proposti brani tratti dall’ultimo album “Endkadenz vol.1”, messo a punto interamente attraverso lunghe jam session in sala prove e frutto della comune creatività: in più occasioni il trio originario della band (al quale si è aggiunto recentemente il chitarrista/tastierista e seconda voce Giuseppe Chiara) ha ammesso di essersi fatto prendere la mano, e di aver prodotto in poco tempo circa una trentina di riff, il che giustifica la decisione di dividere il lavoro in due sezioni. Durante la serata non sono tuttavia mancate all’appello alcune perle del passato, come la cruda e graffiante “Miami Safari” e “Vibes”, pezzo tratto dall’album di debutto del 1999. La loro energia è palpabile. Il pubblico viene condotto a perdersi nella psichedelia degli intermezzi guidati dall’elettronica, con i cori in falsetto di Alberto Ferrari e le sezioni ritmiche solenni, e viene invece invitato a scatenarsi sui brani più spiccatamente rock. Sul più bello la pioggia si fa intensa, il pubblico resiste, c’è chi apre l’ombrello, chi indossa l’impermeabile, e chi si rassegna a bagnarsi senza scampo: tra questi, i Verdena. Viene eseguita “Funeralus”, traccia che chiude al contempo il concerto e il primo volume dell’album “Endkadenz”: non si capisce se si tratti di una chiusura secca e improvvisata, dovuta alla pioggia battente – in effetti i tecnici corrono sul palco a coprire le spie – oppure se si tratti di una scelta cosciente, una sorta di parabola di chiusura in attesa del secondo volume, la cui uscita è prevista nei prossimi mesi.

(Vittoria Polacci)

SETLIST:

Alieni fra di noi
Un po’ esageri
Sci desertico
Loniterp
Contro la ragione
Per sbaglio
Derek
Miami Safari
Sotto prescrizione del Dott. Huxley

---

Nevischio
Canzone ostinata
Puzzle
Miglioramento
Viba (1999)
Muori delay
Rilievo
---

Il caos strisciante
Funeralus

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.