Andy Fraser (Free): la causa della morte è stata un attacco cardiaco

La scomparsa di Andy Fraser, il fondatore della band di "All right now" - canzone della quale Fraser era l'autore - avvenuta nel marzo del 2015, è stata causata da un attacco cardiaco. Il musicista è stato vittima delle conseguenze di una cronica ipertensione cardiovascolare. La conferma pone fine alle speculazioni che si erano susseguite nelle settimane successive alla morte; speculazioni che riguardavano la lunga battaglia combattuta contro l'AIDS e il sarcoma di Kaposi da Fraser, il quale, secondo sua figlia Hannah, negli ultimi tempi era complessivamente in buone condizioni di salute, compatibilmente con la sua età (62 anni):


Mio padre faceva quotidianamente esercizio fisico e seguiva strettamente una dieta salutare. Era in ottima forma. Avevamo festeggiato il suo ritorno su un palco proprio poche settimane prima della sua morte.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.