Mike Patton sui Faith No more: 'Non abbiamo piani futuri, dopo il disco e la fine del tour'

Mike Patton sui Faith No more: 'Non abbiamo piani futuri, dopo il disco e la fine del tour'

In una recente intervista per "Associated Press", Mike Patton e Bill Gould hanno raccontato i retroscena del nuovo album dei Faith No More, oltre a concedere uno sguardo sul futuro della band.

A colpire è quanto dichiarato dal cantante, che - a dispetto del grande entusiasmo dei fan per il ritorno dei Faith No More, con un nuovo album dopo tanti anni ("Sol invictus"), decisamente non si sbilancia e non promette nulla per il futuro:

Un uomo anziano si preoccupa solo di arrivare al giorno seguente. E noi siamo anziani. Per cui quello che facciamo è pensare a quello che accadrà il giorno dopo o al progetto più imminente che abbiamo - quindi, onestamente, non abbiamo nessun piano per ciò che accadrà dopo questo disco e il tour.

Una risposta che lascia spazio a più interpretazioni, ma che - vista la natura fluida della band, negli ultimi 18 anni circa, potrebbe anche far presagire a un'altra lunga e indefinita pausa. Ma, ovviamente, non è da escludere lo scenario opposto.

Caricamento video in corso Link

Nella chiacchierata, poi, Patton ha raccontato la genesi di "Sol invictus", che è piuttosto peculiare, in quanto lui per primo non era al corrente del fatto che c'era un nuovo disco della band in lavorazione:

Non ho portato nessuna canzone o idea per questo album all'inizio, perché proprio non sapevo che avremmo fatto un disco. Una sera Bill [Gould] mi ha invitato a casa sua e mi ha detto: "Hey, ascolta questa roba a cui sto lavorando". Ma no mi ha detto che si trattava dei Faith No More, o comunque io proprio non mi ricordo che lo abbia fatto. E' stata una cosa spontanea. Non ci siamo mai riuniti per decidere: "Facciamo un nuovo disco dei Faith No More". Quando ho sentito il materiale gli ho detto: "Hai messo su un'ottima nuova band. Chi canterà?". E lui: "No, voglio che tu canti". Gli ho risposto: "Ok, ma chi sono quelli che suonano?". E lì ho scoperto che era un nuovo album dei Faith No More.

Patton ha poi spiegato:

Ora quello che faccio è cercare di adattarmi a ciò che faccio [...]. "Hey, cosa serve qui?". Sono come un falegname. Vedo il mio lavoro in questo modo. Serve una mano di intonaco? Vuoi uno stucco veneziano? Hai bisogno di aiuto col tetto? Questo è proprio il modo in cui la vedo. E penso di non avere fatto nulla di speciale in questo disco. Solo quello che era necessario. [...] Agli inizi, a volte, avevo degli obiettivi tipo: "Oh, devo assolutamente usare qualche armonia bizzarra d'avanguardia e cose così". Non questa volta. La domanda era: cosa è necessario, cosa serve alla musica? Molto semplice.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.