NEWS   |   Pop/Rock / 20/05/2015

Pete Townshend festeggia 70 anni e pubblica una nuova canzone, 'Guantanamo'. Presto una compilation solista - ASCOLTA

Pete Townshend festeggia 70 anni e pubblica una nuova canzone, 'Guantanamo'. Presto una compilation solista - ASCOLTA

Nel giorno del suo settantesimo compleanno, il chitarrista degli Who Pete Townshend ha pubblicato in rete un brano inedito intitolato "Guantanamo"; la canzone anticipa la pubblicazione di una compilation solista di Townshend, "Truancy: the very best of Pete Townshend", all'interno della quale sarà contenuta. Come è possibile intuire dal titolo, il nuovo pezzo del chitarrista parla della prigione americana di Guantanamo, a Cuba, da ormai parecchi anni al centro di numerose polemiche (il carcere è stato reso attivo nel gennaio del 2002, sotto la presidenza di Bush, e avrebbe dovuto ospitare i terroristi islamici arrestati in seguito alla tragedia dell'11 settembre 2001; alcune organizzazioni non governative hanno più volte denunciato il trattamento al quale sarebbero sottoposti i detenuti del carcere, tra percosse e violenze varie). A proposito del brano, Pete Townshend ha dichiarato in un comunicato stampa:

"Pensavo che questa canzone avrebbe potuto non vedere mai la luce, ma ora che il presidente Obama ha allentato le sanzioni nei confronti di Cuba ho avuto un segno importante: si può andare oltre. Questo pezzo è stato realizzato in modo piuttosto laborioso, utilizzando il mio Yamaha E70 (più volte impiegato nelle lavorazioni dei dischi degli Who)".

 

Potete ascoltare "Guantanamo" proprio qui sotto:



Oltre a "Guantanamo", all'interno della compilation solista di Townshend sarà incluso un altro brano inedito, intitolato "How can I help you", ispirato alle difficoltà emotive vissute da un collega del chitarrista, come lui stesso ha svelato:

"'How can I help you' è ispirato, almeno in parte, alle frustranti difficoltà emotive vissute da un collega che stimo molto. Stava attraversando un momento di grande dolore e questo pezzo lo ha aiutato ad uscirne. Ho iniziato le registrazioni di questa canzone con una chitarra acustica, poi ho aggiunto un loop di batteria e dunque una Rickenbacker 12 corde e un ibrido fatto di bassi Thunderbird e Fender Precision".



Il disco raggiungerà il mercato il prossimo 30 giugno e conterrà alcuni brani solisti di Pete Townshend, tra i quali "Let me love open the door", "Rough boys", "Sheraton gibson" e "The sea refuses no river".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi