Universal ed EMI insistono: ‘Bertelsmann deve pagare per Napster’

Ne è passata di acqua sotto i ponti, dai tempi a cui risalgono i fatti in oggetto: Napster, nel frattempo, è diventato un servizio pienamente rispettato e rispettabile (che negli Stati Uniti ha appena strappato al restìo Dave Matthews i diritti di distribuzione digitale del suo intero catalogo, in esclusiva fino al mese di agosto), la tedesca Bertelsmann ha fatto marcia indietro abiurando i sogni di conquista del cyberspazio coltivati dall’ex amministratore delegato Thomas Middelhof , Shawn Fanning è scomparso dai riflettori ritirandosi a vita privata.

Ma le major Universal e Capitol (EMI) e il drappello di autori e editori musicali che aveva fatto causa alla stessa Bertelsmann e al suo socio d’affari Hummer Winblad per il loro presunto coinvolgimento nell’attività piratesca hanno ancora il dente avvelenato, e oggi cantano vittoria: Marilyn Hall Patel, lo stesso giudice federale che di Napster prima versione ha seguito l’intero, accidentato iter processuale, ha respinto una mozione delle due parti resistenti che chiedevano di archiviare il caso, disponendo che il processo prosegua regolarmente. Universal, che come gli altri attori in giudizio pretende dai proprietari di BMG il risarcimento dei danni subiti, ha accolto con soddisfazione l’ordinanza: “Dimostreremo che Bertelsmann e Hummer Winblad avevano assunto il controllo di Napster e del suo sistema per trarne benefici economici a spese nostre e dei nostri artisti”, hanno commentato con un comunicato i portavoce della major, per nulla intenzionata a deporre le armi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.