AC/DC, Phil Rudd 'pentito' scrive ai compagni: 'Non ho ricevuto alcuna risposta'

AC/DC, Phil Rudd 'pentito' scrive ai compagni: 'Non ho ricevuto alcuna risposta'

Il programma televisivo australiano A Current Affair si è assicurato la prima intervista a Phill Rudd dopo le prime tappe del processo che ha visto (l'ex?) batterista dei giganti del rock degli antipodi chiamato a rispondere delle accuse di minacce e possesso di stupefacenti: l'artista di Melbourne da anni residente in Nuova Zelanda ha voluto innanzitutto chiarire il quadro che l'ha portato ad essere coinvolto nella sordida vicenda, raccontando di un crollo psico-fisico avvenuto in concomitanza con la pubblicazione del suo album solista, "Head job", pubblicato lo scorso anno.


"Ai tempi ero molto stressato. Sono tornato qui [in Nuova Zelanda] che chiedere conto alle persone che avevano lavorato con me al lancio del disco, che era stato un fottuto disastro. Ero incazzato nero, come potrete capire"


Al di là delle implicazioni personali, la questione che più importa ai fan riguarda le possibilità di reintegro di Rudd in formazione: a poche ore dopo l'annuncio del suo arresto, il 6 novembre scorso, gli AC/DC si affrettarono a diramare un comunicato per rassicurare i fan sulla fattibilità del tour in supporto a "Rock or bust", a prescindere dalle vicende giudiziarie di Rudd. Nei giorni successivi sia Angus Young che Brian Johnson ribadirono più volte di voler ingaggiare un sostituto (che sarebbe poi stato individuato in un ex batterista della stessa band, Chris Slade), senza però mai fare cenno a una possibile estromissione definitiva dello storico elemento dal gruppo. A tal proposito, Rudd ha ammesso di aver provato a rientrare in contatto con la sua band, ma - almeno per il momento - senza successo:


"Gli ho scritto una lettera, ho provato a entrarci in contatto [con Angus Young], ma per il momento non ho sentito nessuno. Sono sicuro che stiano rivivendo i bei vecchi tempi, divertendosi a suonare. E sono sicuro che il risultato sia grandioso"


Lo scorso 21 aprile Rudd si è dichiarato colpevole di minacce e possesso di sostenze stupefacenti : l'artista rischia una pena massima di qualche anno di carcere. La sentenza verrà emessa il prossimo 26 giugno. Gli AC/DC sono attesi il prossimo 9 luglio a Imola per la loro unica data italiana per il 2015.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.