Robin Thicke e Pharrell Williams chiedono un nuovo giudizio per il caso 'Blurred lines'

Robin Thicke e Pharrell Williams chiedono un nuovo giudizio per il caso 'Blurred lines'

Come annunciato dai legali di Robin Thicke e Pharrell Williams, la sentenza di inizio marzo - secondo cui la hit "Blurred lines" sarebbe un plagio ai danni di Marvin Gaye - non è l'ultimo atto della causa legale in ballo. E infatti il cantante e il coautore/produttore sono passati al contrattacco per appellarsi alla decisione del giudice che vorrebbe vederli sborsare 7,44 milioni di dollari alla famiglia di Gaye in qualità di rimborso dei danni.

Venerdì 1 maggio gli avvocati di Thicke e Williams hanno depositato una richiesta per una revisione del processo e la celebrazione di uno nuovo, lamentando una serie di errori commessi nell'esposizione dei fatti alla giuria, una testimonianza fuorviante da parte di un musicologo e l'insufficienza delle prove presentate. Uno dei punti chiave della difesa è che la violazione del copyright dovrebbe basarsi oggettivamente su una similitudine delle trascrizioni delle due canzoni; ma dato che si è parlato soprattutto di "groove" e "feeling" - due elementi che nelle trascrizioni non sono assolutamente annotati - il caso non avrebbe ragione di esistere e sarebbe pretestuoso. Inoltre gli avvocati contestano che i 7,4 milioni di dollari che si vorrebbero attribuiti alla famiglia di Gaye sono una cifra esagerata e che - vista la testimonianza della musicologa Sandy Wilbur, che ha spiegato come al massimo può essere stato copiato un 5% del brano di Gaye - il risarcimento non dovrebbe superare i 680.000 dollari.

Anche i parenti di Gaye non sono però rimasti con le mani in mano e nella stessa giornata del 1 maggio hanno depositato ben due richieste ufficiali: in una coinvolgono Interscope e Universal Music Group fra i responsabili dell'accaduto, cercando quindi un indennizzo economico ulteriore; nell'altra chiedono che la distribuzione di "Blurred lines" sia bloccata - e nel caso non avvenisse, vogliono il 50% di tutti i guadagni futuri.

In un'udienza fissata per il prossimo 29 giugno il giudice deciderà se accogliere le mozioni presentate dalle parti, o meno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.