Roger Waters si sfoga: reunion dei Pink Floyd impossibile e attacco all'industria discografica

Roger Waters si sfoga: reunion dei Pink Floyd impossibile e attacco all'industria discografica

Roger Waters, storico co-fondatore e bassista dei Pink Floyd (ha abbandonato la band nel 1985), ha recentemente rilasciato un'intervista al "The Times". Fra gli arogmenti trattati c'è stato l'immancabile momento dedicato alla domanda sulla possibilità (o meno) di una sua reunion con gli ex colleghi David Gilmour e Nick Mason. La risposta di Waters è stata nettissima:

Una reunion è fuori discussione... dopo tutto la vita non fa che accorciarsi e più ti avvicini alla fine, più il tempo diventa prezioso. E dal mio punto di vista deve essere totalmente dedicato a fare le cose che davvero desideri. Non ci si può voltare indietro.

L'intervista poi ha toccato il tema della musica nell'era digitale e dei mutamenti dell'industria discografica negli ultimi decenni. L'opinione di Waters nei confronti del music business è decisamente negativa e ha dichiarato:

Mi sento enormemente privilegiato a essere nato nel 1943 e non nel 1983. Essere stato lì, quando c'era davvero un'industria musicale e Silicon Valley non si era ancora impadronita di tutto e - di conseguenza - potevi ancora campare scrivendo e incidendo canzoni, e poi suonandole dal vivo per la gente. Quando questa ciurma di pirati e ladri non si era ancora infilata fra le persone che desiderano essere creative e il loro potenziale pubblico, per rubare ogni singolo centesimo che tutti potevano guadagnare.

Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - Roger Waters ricostruisce il muro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.