La lettera di Axl Rose al presidente indonesiano perché graziasse 8 stranieri condannati a morte

La lettera di Axl Rose al presidente indonesiano perché graziasse 8 stranieri condannati a morte

Come riportato da tutti i media, in Indonesia sono appena stati fucilati otto detenuti di varie nazionalità: Andrew Chan (Australia), Myuran Sukumaran (Australia), Raheem Agbaje Salami (Nigeria), Zainal Abidin (Indonesia), Rodrigo Gularte (Brasile), Silvester Obiekwe Nwaolise alias Mustofa (Nigeria), Kemudian Martin Anderson alias Belo (Ghana), Okwudili Oyatanze (Nigeria). Erano tutti accusati di traffico di droga ed erano stati arrestati negli ultimi 10 anni. La legge locale è particolarmente dura e severa contro simili reati e la punizione è appunto la pena di morte.

Oltre ai Governi e a diverse organizzazioni internazionali, che hanno a lungo cercato di evitare le esecuzioni, è intervenuto anche W. Axl Rose, cantante dei leggendri rocker Guns n'Roses, che ha compiuto un tentativo in extremis per salvare i condannati. Axl, infatti, ha scritto una lunga lettera al presidente indonesiano Joko Widodo (che è notoriamente un fan della musica hard ed heavy), cercando di convincerlo a sospendere le esecuzioni.

Il cantante ha rivolto un appello lungo e accorato a Widodo (è possibile leggerlo su Facebook), che purtroppo è caduto nel vuoto: poco dopo la pubblicazione della lettera sulla piattaforma social, infatti, le fucilazioni hanno avuto luogo.

Axl, fra le altre cose, scrive a Widodo:

Le persone commettono errori, a volte grandi e orribilmente gravi. E a volte, cosa più importante, le persone imparano dai propri errori e fanno scelte diverse, si impegnano e compiono dei cambiamenti positivi. Non riconoscerlo e non dare la possibilità a un simile cambiamento di avere luogo e provare il suo valore sembra - in questo caso - un crimine più grande di quello originariamente commesso. [...] Che queste persone debbano morire semplicemente come esempio per altri è, a mio parere, simile a un rapitore o un terrorista che uccide gli ostaggi per dimostrare forza ed essere esaudito nelle proprie richieste. Autorizzando le loro esecuzioni, l'esempio che si dà è di una giustizia draconiana in cui la punizione, in questa fase delle vite dei condannati, per via del loro pentimento genuino e del percorso di recupero fatto in tutti questi anni, non è più commisurata alla natura del crimine originario.

Rose non è l'unico della comunità di musicisti di area hard ed heavy ad avere cercato di far cambiare idea a Widodo; prima di lui ci sono stati tentativi da parte di Mark Greenway dei Napalm Death e di Tony Iommi dei Black Sabbath.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
12 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.