Muse: dal vivo ci saranno droni che volano sul pubblico

Muse: dal vivo ci saranno droni che volano sul pubblico

Il prossimo 8 giugno è in uscita il nuovo album dei Muse. La band capitanata da Matthew Bellamy pubblicherà la propria settima fatica in studio con il titolo di "Drones" e nel corso di una recente intervista rilasciata alla stazione radio Alt 98.7 di Los Angeles sono emersi alcuni dettagli gustosi tanto sul disco che sul tour che seguirà.

Partiamo dagli "effetti speciali": a quanto pare chi andrà a vedere i Muse live, assisterà a uno spettacolo molto divertente e tecnologico. Bellamy ha infatti spiegato:

Ci piace sempre utilizzare le tecnologie più moderne nei nostri spettacoli dal vivo, gli schermi più avanzati, le luci più evolute, i laser e tutto ciò che troviamo. I droni sono, ovviamente, una cosa interessantissima che cercheremo di implementare nel nostro live show. Ci saranno delle difficoltà con le normative sulla sicurezza, facendo volare degli oggetti, ma l'idea di massima è che avremo cose che volano dall'inizio del tour.

Parlando invece dell'album, Bellamy ha svelato che i brani saranno uniti da un filo narrativo (evocando la migliore tradizione dei concept) incentrato su una persona che si arruola nell'esercito:

Non è, però, un concept in senso letterale, come quello che facevano i Pink Floyd; le canzoni funzionano anche da sole, indipendentemente dalle altre, però stanno bene insieme e sono unite dall'idea dei droni. La linea narrativa è sottile e si basa su un protagonista che vive questa vicenda in cui perde tutto e si sente come se gli avessero fatto il lavaggio del cervello, si arruola e si sente come una persona che ha perso l'anima, ma poi ritorna e capisce, quindi combatte contro il sistema che lo aveva oppresso. E' un viaggio che si dipana nelle prime otto canzoni, poi il finale è un epilogo a sé.

Bellamy ha anche detto che nel disco ci sarà un pezzo intitolato "[JFK]" in cui è campionato un discorso del presidente statunitense John F. Kennedy. Mentre a proposito del titolo del disco ha specificato:

Fondamentalmente il fatto è che mi interessa ciò che i droni rappresentano da un punto di vista tecnologico. E' un momento questo in cui queste macchine stanno emergendo. Quando eravamo ragazzini vedevamo "Terminator 2" e lì succedevano cose del genere, nel futuro, e ora ci siamo arrivati, per cui ho pensato che sarebbe stato un argomento interessante da trattare - cosa significhi per il coinvolgimento umano eliminare le emozioni dall'equazione in situazioni come la guerra.

Questa è la tracklist definitiva di "Drones":

'Dead Inside'
'[Drill Sergeant]'
'Psycho'
'Mercy'
'Reapers'
'The Handler'
'[JFK]'
'Defector'
'Revolt'
'Aftermath'
'The Globalist'
'Drones'

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.