Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 14/04/2015

Bowie: il regista di 'Lazarus' è entusiasta dei brani scritti per l'opera teatrale

Bowie: il regista di 'Lazarus' è entusiasta dei brani scritti per l'opera teatrale

Come riportato all'inizio di aprile, David Bowie - a circa quattro decenni dal suo ruolo attoriale nel film "The man who fell to Earth" (in italiano "L'uomo che cadde sulla terra") - tornerà a occuparsi dell'alieno/inventore Thomas Newton per una pièce teatrale che andrà in scena a New York entro la fine dell'annata. Il Duca Bianco sta infatti scrivendo, a quattro mani con il drammaturgo irlandese Enda Walsh (già vincitore di un Tony Award per “Once”), quest'opera teatrale che avrà il titolo "Lazarus".

Il regista Ivo van Hove ora ha offerto un piccolo aggiornamento gustoso sullo stato dei lavori e su ciò che potremo aspettarci da "Lazarus" (che comunque non vedrà Bowie in scena, ma solo coinvolto in qualità di autore della sceneggiatura e delle musiche); in un'intervista rilasciata a BBC, infatti, van Hove ha detto, a proposito dei nuovi brani composti per l'opera:

Alcune di quelle canzoni suonano come se tu le conoscessi da sempre, sono come dei classici. E' davvero roba grandiosa.

E, a quanto pare, nello spettacolo saranno incorporati anche brani del repertorio classico di Bowie, ma riarrangiati per l'occasione. Il regista spiega:

Darà alle sue canzoni una nuova pelle. Ci sono pezzi romantici - perché i suoi brani sono profondamente romantici - ma anche altri che parlano di violenza e del mondo orribile che ci circonda.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi