Cynthia Lennon, una vita nell'ombra

Sulla vita di Cynthia Lennon, prima moglie dell'ex Beatles John Lennon, scomparsa nella giornata dell'1 aprile 2015, bisognerebbe scrivere un libro (se non ne avesse già scritti lei due: "A twist of Lennon", nel 1978, e "John", nel 2006). E lo si potrebbe intitolare "Una vita nell'ombra"
Nata Cynthia Lillian Powell il 10 settembre del 1939 a Blackpool, Lancashire, aveva conosciuto John Lennon al College of Art che entrambi frequentavano, nel 1957. La loro relazione iniziò nel 1958, prima delle vacanze estive, e proseguì turbolenta - John non era notoriamente, e per sua stessa ammissione, né fedele né tenero con le donne in generale e con Cynthia in particolare. Quando nel 1962 Cynthia comunicò a John di essere incinta, Lennon, uomo all'antica, decise di "fare la cosa giusta" e sposarla (nonostante l'opposizione esplicita della zia di Lennon, Mimi, che era stata la figura adulta di riferimento per John).
Alla nascita del bambino, John Charles Julian Lennon, l'8 aprile del 1963, la coppia andò a vivere insieme; ma il manager dei Beatles, Brian Epstein, che pure in privato fu ospitale e generoso con la famiglia Lennon, insistette perché la notizia del matrimonio e della paternità di John non fosse divulgata, temendo che potesse indisporre le fan.
Cynthia andò con i Beatles nel primo tour americano, e già allora un paio di volte fu vittima di episodi spiacevoli: a New York fu lasciata indietro dalla band che si era infilata al volo su un'auto per sfuggire ai fan, a Miami fu trattenuta da una persona della security che si rifiutava di credere che fosse davvero la moglie di un Beatle (il Beatle di cui si parla, il marito John, le disse "La prossima volta cerca di non essere lenta come una lumaca").
Nel periodo centrale dell'attività dei Beatles, quando i Lennon vivevano a Weybridge, Cynthia rinsaldò i rapporti con le altre compagne dei Beatles (Maureen Starkey e Pattie Boyd). Ma la relazione col marito si andava logorando, anche a causa della continua assunzione di stupefacenti di John (oltre che, ma all'insaputa di Cynthia, per i suoi sistematici tradimenti). Simbolica fu la scena accaduta alla stazione ferroviaria londinese dalla quale i Beatles stavano partendo per Bangor, nel Galles, per partecipare a un seminario del Maharishi: Lennon saltò all'ultimo momento sul treno, mentre Cynthia rimase a terra (e raggiunse poi Bangor in auto da sola).
Quando i Beatles andarono in India, Cynthia era con John; al ritorno dall'India lui le confessò di averla tradita moltissime volte. Delusa, accettò di andare in vacanza in Grecia mentre i Beatles restavano a Londra per registrare l'Album Bianco; durante la sua assenza John e Yoko Ono iniziarono la loro relazione. Al ritorno a Weybridge, un mattino, Cynthia trovò Yoko Ono in casa sua, che indossava un suo accappatoio e stava prendendo il tè con suo marito.
Il divorzio di Cynthia da John non fu amichevole (lui cercò di accusare lei di averlo tradito); Cynthia tuttavia rinunciò ad avanzare pretese sul patrimonio di Lennon, chiedendo solo il mantenimento del figlio, e Lennon offrì una cifra una volta per tutte di 75.000 sterline, commentando con la frase "E' come vincere alla lotteria, no? DI cosa ti lamenti? Non vali più di così". Il divorzio fu sancito l'8 novembre del 1968: Cynthia ottenne 100.000 sterline di "buonuscita", la proprietà della casa di Weybridge, e 2.400 sterline di mantenimento per Julian.
Dopo il divorzio, Cynthia mantenne sempre un profilo piuttosto basso, uscendo dal giro del mondo dello spettacolo; si sposò altre tre volte (con l'italiano Roberto Bassanini, con John Twist e con Noel Charles; fra il secondo e il terzo marito ebbe un compagno, Jim Christie, per 17 anni).
La sua ultima apparizione in pubblico risale al 2006, quando insieme al figlio Julian partecipò alla prima dello spettacolo "Love", del Cirque du Soleil, con musica dei Beatles.

Con la sua morte, delle prime mogli dei quattro Beatles l'unica ancora in vita rimane Pattie Boyd, prima moglie di George Harrison; Maureen Cox, prima moglie di Ringo Starr, è morta nel 1990; Linda Eastman, prima moglie di Paul McCartney, è morta nel 1998.

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.