Who, parla Roger Daltrey: 'Pete Townshend vuole registrare un nuovo album'

Who, parla Roger Daltrey: 'Pete Townshend vuole registrare un nuovo album'

Il tour per i cinquant'anni di attività potrebbe sì rappresentare una sorta di loro canto del cigno, ma non è detto che la band di "My generation", discograficamente parlando, non abbia più frecce nella propria faretra: in un'intervista concessa all'edizione americana di Rolling Stone il frontman degli Who Roger Daltrey ha spiegato come Pete Townshend, il chitarrista della band britannica, con lui unico superstite della formazione originale e da sempre principale compositore del gruppo, stia seriamente pensando alla realizzazione di un nuovo album di inediti in studio.


"So che Pete vuole fare un nuovo disco. Ne sta parlando, in questi giorni. Mi ha anche fatto sentire un paio di demo, che sono grandiosi"


L'eventuale seguito di "Endless wire" del 2006 - più volte menzionato ma mai, fino ad oggi, confermato da riscontri concreti - sarebbe, inevitabilmente, frutto della collaborazione tra i due, tra i quali i rapporti, in passato, non sono stati sempre sereni:


"Dopo tutto il testosterone della nostra gioventù, tutti i problemi della mezza età, le droghe e l'aver perso le persone che amiamo, alla fine, improvvisamente, ci siamo accordi di volerci bene. Siamo come fratelli. Del resto le famiglie non sono così? Il minuto prima ti ami, e quello dopo non ti sopporti più. Però, quando pensi ormai che i rapporti siano logorati definitivamente, ecco che senti bussare alla porta...".


E anche dal vivo, gli Who non sarebbero poi così prossimi ad appendere microfono e strumenti al chiodo:


"Questa parte della nostra carriera è chiusa, certo, ma nel frattempo si sono aperte almeno un paio di porte. Pete è un musicista incredibilmente intenso: potrei vederci suonare dal vivo in acustico. Facendo non un tour in senso classico. Potremmo andare a New York per esibirci lì per un paio di settimane di fila. Quello non sarebbe andare in tour. Sarebbe un gioco da ragazzi, ogni sera potremmo tornare a casa nostra. Qualcosa di molto più evoluto..."

Dall'archivio di Rockol - La storia di "Tommy" la rock opera degli Who
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.