I Guns N' Roses si sciolsero per 'colpa' di Michael Jackson, parola di ex manager

I Guns N' Roses si sciolsero per 'colpa' di Michael Jackson, parola di ex manager

Gli attriti fra Axl W. Rose e Slash, fondamentalmente, sono il motivo principale per cui la formazione classica dei Guns N' Roses implose - lascando spazio ai Guns N' Roses attuali, cioè Axl con musicisti vari che nulla hanno a che fare con l'età aurea del gruppo. E tali attriti, a tanti anni di distanza, sono anche la ragione per cui una reunion di quella line-up (che tutti vorrebbero) non si farà mai. Insomma, questi due non hanno mai neppure provato a seppellire l'ascia di guerra... sono ancora in piena faida.

Da cosa sia stato cagionato tutto questo rancore è uno dei grandi misteri del rock moderno. Le teorie si sprecano, ma nessuna ha qualche crisma di ufficialità, credibilità o riscontro effettivo... si tratta di deduzioni, voci e illazioni (una, ad esempio, riguarda una supposta volontà di Axl di aggiungere un terzo chitarrista alla formazione).
Ora, nel corso di una recente intervista rilasciata all'edizione brasiliana di "Rolling Stone", a dare un punto di vista inedito sulla faccenda è un insider, ossia l'ex manager dei Guns Doug Goldstein.

Secondo Goldstein alla radice dei gravi dissapori fra il cantante e il chitarrista ci sarebbe la collaborazione di Slash con Michael Jackson. E il manager racconta:

Nel 1991 eravamo in tour e Slash venne da me dicendomi: "Domani parto, vado a fare un concerto con Michael Jackson". Io gli chiesi di non farlo, perché Axl era stato molestato dal padre a due anni ed era convinto che le accuse [di pedofilia e molestie a minori - ndr] che venivano mosse a Jackson fossero fondate. Tutti nel giro sapevano che Eddie Van Halen aveva ricevuto un milione di dollari per suonare in "Beat it". Quindi chiesi a Slash: "Quanto ti danno? Posso occuparmi io del tuo management per questa cosa?". E lui mi rispose: "Mi daranno solo un bel televisore gigante". Quando Axl scoprì che Slash avrebbe suonato con Jackson e lo avrebbe fatto in cambio di un televisore, fu devastato dalla notizia. Pensava che Slash la pensasse come lui e condividesse le sue idee sull'abuso sui minori. Per Axl era questo l'unico problema: non si curava dell'alcool e della droga, ma non transigeva sui maltrattamenti ai bambini.

Goldstein spiega anche che, secondo lui, la tanto agognata reunion potrebbe avvenire se Slash si scusasse:

Slash dovrebbe porgere le sue scuse per la faccenda di Michael Jackson. E credo proprio che, visto quanto amo quella band, io potrei essere il manager della reunion: no ncredo che potrebbe farlo nessun altro.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
12 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.