Classifiche, gli americani sbancano l'Inghilterra

Vittime di ondate cicliche di British Invasion a partire da quella storica capeggiata nel 1964 dai Beatles, gli americani si prendono ogni tanto qualche rivincita sui cugini d’Oltreoceano: non accadeva da oltre dieci anni ma è successo di nuovo nel 2003, come confermano le statistiche compilate dall’associazione inglese dei discografici BPI. Lo “Statistical handbook 2004” pubblicato a cura dell’organizzazione di categoria sottolinea infatti il sorpasso effettuato dagli artisti americani ai danni delle glorie locali: nei dodici mesi precedenti la discografia USA si è accaparrata il 45,4 % del mercato inglese piazzando Justin Timberlake, Christina Aguilera e Norah Jones nella Top 5 dell’anno alle spalle di Dido, titolare dell’album più venduto del periodo.

Con poche eccezione, le produzioni inglesi hanno arrancato: raccogliendo in patria solo il 42,3 % delle vendite, 16 punti percentuali in meno rispetto a solo sei ani fa e nonostante l’affacciarsi sulla scena di nuovi talenti da classifica come Keane, Katie Melua e Joss Stone.
L’onore britannico è salvo sul mercato dei singoli, dove gli artisti di casa si sono aggiudicati (sempre nel 2003) il 47,2 % delle vendite; ma anche qui gli americani confermano la crescita di popolarità oltre Atlantico, passando dal 27 al 34,6 % (e in testa alle classifiche UK, oggi, c’è Usher…). Al resto del mondo rimangono come sempre le briciole: l’Irlanda è terza nella classifica degli album, con una quota del 2,7 % (in discesa: mancavano gli U2…); la Russia si aggiudica l’1,4 % dei singoli grazie all’effetto, peraltro già svaporato, delle t.A.T.u..
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.