Gino Paoli, la lettera di dimissioni da presidente della SIAE: 'Certo dei miei comportamenti e di non aver commesso reati'

Gino Paoli, la lettera di dimissioni da presidente della SIAE: 'Certo dei miei comportamenti e di non aver commesso reati'

Sono state ufficilizzate nella tarda mattinata di oggi, martedì 24 febbraio, le dimissioni di Gino Paoli da presidente della SIAE, carica che il cantautore di Monfalcone ricopriva dal maggio del 2013: la scelta dell'artista di rinunciare all'incarico è diretta conseguenza del suo coinvolgimento in un'indagine per evasione fiscale, fatto che l'aveva convinto a convocare per oggi un Consiglio di Gestione nel quale avrebbe comunicato le proprie decisioni. Come già anticipato nella giornata di ieri, lunedì 23 febbraio, in caso di dimissioni del presidente in carica la prassi prevede che il vicepresidente - (attualmente Filippo Sugar) - assuma il ruolo di presidente "pro tempore".  Il Consiglio di Gestione dovrebbe poi convocare a stretto giro il Consiglio di Sorveglianza (composto da 34 membri eletti nel corso delle ultime elezioni), al quale spetterebbe il compito di nominare il quinto membro del Consiglio di Gestione in sostituzione del membro dimissionario, indicando anche il nome del nuovo presidente. Per tradizione e per continuità nei confronti del membro uscente, la scelta dovrebbe ricadere su un autore appartenente alla sezione più importante della SIAE, cioè della "sezione musica".
Di seguito, la versione integrale della lettera con la quale Gino Paoli ha annunciato al Consiglio di Gestione della SIAE le sue dimissioni da presidente:


Cari Consiglieri,
alla luce delle vicende che mi hanno coinvolto in questi giorni, mi preme rivolgermi a voi con cui ho condiviso questo percorso di circa un anno e mezzo di intenso e appassionato lavoro.
Ci tengo a dirvi che sono certo dei miei comportamenti e di non aver commesso reati.
Con il rispetto assoluto di chi sta doverosamente svolgendo il suo lavoro di indagine, intendo difendere la mia dignità di persona per bene.
In questi giorni assisto purtroppo a prevedibili, per quanto sommarie, strumentalizzazioni, che considero profondamente ingiuste.
Quello che non posso proprio permettermi di rischiare, però, è di coinvolgere la Siae in vicende che certamente si chiariranno, ma che sono e devono restare estranee alla Società.
Ho volutamente aspettato qualche giorno a parlarvi per non entrare nella foga di queste stesse strumentalizzazioni. Credo di aver espletato il mio compito di Presidente al massimo delle mie capacità. Sono orgoglioso dei risultati che abbiamo ottenuto insieme, per cui abbiamo combattuto fianco a fianco in battaglie importanti, fino all’ultima in favore dei giovani autori.
Rassegno pertanto al presente Consiglio le mie dimissioni irrevocabili, con la certezza che la Siae saprà continuare la sua missione di tutela della creatività italiana.
Cordialmente.
Gino Paoli

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.