Addio a Cesare Monti: fu autore delle copertine di Battisti, PFM e altri - FOTO

Si è spento nel pomeriggio di oggi, lunedì 23 febbraio, Cesare Montalbetti; fotografo e grafico noto ai più con il nome d'arte di Cesare Monti (o Caesar Monti), Montalbetti fu autore delle copertine dei primi dischi di Lucio Battisti ("Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera", ad esempio, oppure "La canzone del Sole/Anche per te", "Umanamente uomo: il sogno", "Il mio canto libero", "Anima latina") e di decine di altre copertine storiche di dischi consegnati al mercato a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta ("Casa mia" della Nuova Equipe 84, "Storia di un minuto" della Premiata Forneria Marconi, "Io sono nato libero", "Darwin!" e "Come in un'ultima cena" del

Banco del Mutuo Soccorso, "Good-bye indiana" di Ivano Fossati, "Rimini" di Fabrizio De André, solo per ricordarne alcuni). Ad annunciare la scomparsa di Caesar Monti è stato suo fratello Pietruccio Montalbetti, già leader dei Dik Dik: "Con infinito dolore annuncio che mio fratello Cesare Monti oggi alle 16 è morto dopo una breve ma violenta malattia. Io lo voglio ricordare per il suo impegno morale e la sua bravura nel valorizzare attraverso le sue immagini le copertine di: Battisti, Pino Daniele, il Banco, la PFM, Fabrizio De André e molti altri, dando molto di più di quello che ha ricevuto. Buon riposo caro fratello, nessuno si dimenticherà mai di te", ha scritto il musicista in un post pubblicato sui social questo pomeriggio.

Nato a Milano nel 1946, Montalbetti si formò come fotografo e artista alla fine degli anni '60, a Londra, dove lavorò come assistente di Romano Cagnoni (fotografo dell'Agenzia Magnum), di Harry Pecinotti e dell'artista visivo Clay Ragazzini; all'inizio degli anni '70 tornò in Italia e cominciò a collaborare come fotografo e grafico per etichette quali - tra le altre - la Numero Uno, la Cramps, la Trident, la Polygram, la RCA Italiana e la EMI Italiana. Assieme alla sua compagna Wanda Spinello ideò e realizzò, come dicevamo poco sopra, copertine per Lucio Battisti, la PFM, il Banco del Mutuo Soccorso, ma anche la Formula 3, Ivano Fossati, Adriano Pappalardo, Bruno Lauzi, Pino Daniele, Mia Martini, Eugenio Finardi, gli Area di Demetrio Stratos, Angelo Branduardi e non da ultimo Fabrizio De André. Alla fine degli anni '70 Montalbetti si trasferì a New York, dove iniziò a collaborare con la "Rolling Stone Records" e dove realizzò un libro-mostra intitolato "The hero". Tornato in Italia all'inizio degli anni '80 egli si dedicò poi all'arte audiovisiva: nel 1983, ad esempio, realizzò "Ario", un cortometraggio girato in pellicola 35mm riprendendo un totale di 4000 fotografie (tecnica utilizzata anche per il cortometraggio successivo, "Il vento", realizzato nel 1987). A cavallo tra gli anni '80 e '90 le sue fotografie e i suoi progetti furono esposti in alcune mostre che si tennero a Milano, Torino, Bologna, Locarno, Parigi e anche a New York; nel frattempo, egli cominciò a lavorare come regista pubblicitario in esclusiva con la Film Master (fino al 1992) e poi con la Central, realizzando numerosi spot. Nel 1999 pubblicò il libro "Lucio Battisti e la Numero Uno", un volume contenente un totale di 144 fotografie inedite proveniente dalla sua collezione privata: "Riunimmo in una sala posa tutti gli amici, artisti della 'Numero Uno' segretarie, Battisti e fidanzata, mio fratello. Quando sistemai tutti quanti mi resi conto che nell’immagine sbucavano sempre le teste, allora li misi sdraiati facendogli alzare le braccia. Quando giungemmo allo scatto sulle gambe per l'interno della busta, fu il delirio, soprattutto da parte degli uomini, non volevano togliersi i pantaloni, qualcuno se li arrotolò. Le donne più disinibite non si fecero problemi. Avevo progettato la copertina per essere trasparente per cui l’inquadratura doveva essere tale che i piedi, una volta estratto il disco, toccassero le mani. Purtroppo per ragioni di costi e a causa di una stupida caparbietà di Mogol, la copertina fu stampata su supporto tradizionale però l’immagine divenne un simbolo", ricordava Montalbetti in merito alla realizzazione della copertina di "Il mio canto libero". E sulla collaborazione con Battisti e Mogol aveva recentemente dichiarato: "Ma di sicuro allora c'era un'artigianalità che si è persa, si curavano i dettagli, tutto era più caldo, anche lo scatto, la scelta e la rielaborazione di una foto. E il clima creativo era fantastico. Non solo con Lucio, ma anche alla Cramps di Gianni Sassi, la casa discografica di Area e Finardi, e nel giro di Re Nudo, la rivista di cultura alternativa di cui sono stato direttore artistico. Certo, con Battisti non era facile: bisognava giustificare tutto, nulla poteva essere fatto a caso. E Mogol era così caparbio che spesso mi bocciava idee splendide".

Tra i suoi progetti più recenti ricordiamo la pubblicazione del volume "Lucio nelle fotografie di Cesare Monti" (2007), la direzione del cantiere creativo Il Tempo del Sale, un laboratorio di ricerca realizzato dal Comune di Casale Marittimo, piccolo paese della Toscana, e alcune proiezioni realizzate nell'ambito dei progetti La Memoria della Pietra (a Pietrasanta) e L'Oro dei Marmi (a Forte Dei Marmi), nonché la realizzazione della copertina dell'album "K" del trio partenopeo dei Kolors.

Queste le principali copertine realizzate da Cesare Montalbetti nel corso della sua carriera:



https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/eJ6CIr_2N5OiMFd7BoM24jlvupw=/700x0/smart/http%3A%2F%2F4.bp.blogspot.com%2F-OYuzY7tDj6I%2FT1uYG9sY8DI%2FAAAAAAAAAOE%2FuBNY8V2LN0M%2Fs400%2FBattisti%2Bcanzone%2Bdel%2Bsole.jpg




https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/oQB2X_tyJFzfYAzPTNbc8kG_PBA=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fretroterra.rockit.it%2Fwp-content%2Fuploads%2F2012%2F02%2Fpfm-storia-di-un-minuto-solo-front1.jpg




https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/D2fOoYHHXXjyZPpHHGxOZv8NfFc=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.progarchives.com%2Fprogressive_rock_discography_covers%2F36%2Fcover_1229212072009.jpg




https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/0OtjgydYDyKOLnYlXQxDREvjfGA=/700x0/smart/http%3A%2F%2F4.bp.blogspot.com%2F-P2PVA-2a9GQ%2FT1D-YPpVFUI%2FAAAAAAAAAMg%2Fi5yFB4Ovg_M%2Fs1600%2FIl%2BMio%2BCanto%2BLibero-1972.jpg




https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/M2cPhe479qGqUAR7dLYXxcYukbo=/700x0/smart/http%3A%2F%2F3.bp.blogspot.com%2F-lKXgIDgQQ8Q%2FUr2SYOBBVLI%2FAAAAAAAAAYI%2FM10ei-19Bjg%2Fs1600%2FFossati%2B-%2BGood-bye%2BIndiana.jpg




https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/FaGqrjFXiWsjud-9qe3kxUKT1Oc=/700x0/smart/http%3A%2F%2Farkitipintel.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2011%2F11%2FAnima-Latina.jpg




https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/A58_DzsJCQreedly9TAFv0qyVNo=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.copertinedvd.org%2Fcopertine-cd-file%2FL%2Flucio_battisti_-_la_batteria_il_contrabbasso_eccetera_-_front.jpg




https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/yYYO9aky5ZwKeDM1vML-CBep4c0=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.lyra.net%2F_assets%2Fimg%2Fsongs%2Ffabrizio-de-andre%2Fcover-rimini_big.jpg

 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.