Comunicato Stampa: 'Voci per la libertà - Una canzone per Amnesty' dal 22/7 a Villadose (Ro)

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


VOCI PER LA LIBERTÀ - UNA CANZONE PER AMNESTY
7° CONCORSO MUSICALE NAZIONALE DAL VIVO DAL 22 AL 26 LUGLIO A VILLADOSE (RO)

CON LA CONSEGNA DEL PREMIO AMNESTY ITALIA A IVANO FOSSATI DA PARTE DI MARCO BERTOTTO, PRESIDENTE AMNESTY INTERNATIONAL SEZIONE ITALIANA E LE ESIBIZIONI DI MORGAN E DEI GIARDINI DI MIRÒ

Dal 22 al 26 luglio, al Parco CRG di Villadose (RO), si terrà la settima edizione di VOCI PER LA LIBERTÀ, il concorso musicale lanciato nel 1998 da Amnesty International, dall’Amministrazione Comunale di Villadose e dal locale Centro Ricreativo Giovanile, in occasione del 50° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Il festival avrà inizio giovedì 22 luglio con il concerto evento di MORGAN, organizzato in collaborazione con l’Associazione Musico Culturale “Giacomo Spanò”.

Il leader dei Bluvertigo farà rivivere le sue “canzoni dell’appartamento” nel magnifico scenario del Parco CRG. La sua esibizione sarà preceduta da quelle degli AMEBA (trip-hop, Lecco), vincitori del premio della critica alla scorsa edizione di Voci per la Libertà, e di I LOVE MY DENTIST (minimal techno, Padova); venerdì 23 luglio inizierà il concorso che vedrà alternarsi sul palco i dodici semifinalisti, divisi per sei band a sera. Questo il cast della prima serata: CONTROLUCE (indie, Milano), JAILSOUND (pop rock, Bergamo), TERRAMARE (folkrock, Parma), SANDY MÜLLER DUO (Nu MPB - Musica Popular Brasileira, Roma), DADOTRATTO (pop rock, Padova), MORGANE (pop rock, Rimini); sabato 24 luglio sarà la volta di: RISERVA MOAC (folk-over, Campobasso), LILIUM (rock, Roma), PEKISCH (mind rock, Milano), TOM P. BANGURA (reggae, Firenze), FABULARASA (canzone d’autore, Bari), ALIPERDUTE (rock alternative italiano, Canton Ticino - Svizzera); domenica 25 luglio si svolgerà la finalissima del concorso e sul palco di Voci per la Libertà si esibiranno i migliori sei gruppi a cui verranno assegnati i seguenti premi: Premio Amnesty 2004, Premio della Critica, Premio Giuria Popolare. .


Sempre durante la serata finale del concorso, IVANO FOSSATI riceverà il Premio Amnesty Italia per il brano “Pane e coraggio”, per lo stile e il linguaggio dell’autore, che hanno contribuito significativamente a sfatare luoghi comuni discriminanti nei confronti dei cittadini che fuggono da persecuzioni, povertà e conflitti e a sensibilizzare l’opinione pubblica italiana sulla necessità e il dovere di proteggere i diritti umani dei migranti e dei rifugiati.
“Sono da sempre convinto che le canzoni possono fare ben poco contro guerre, ingiustizie e torture, ma so anche che sono buone fiancheggiatrici dello spirito e piccole portatrici di consolazione, di conforto e perfino di speranza. Non è poco – ha dichiarato Ivano Fossati – L’onere di opporsi agli orrori del mondo, quello, rimane da sempre nelle nostre mani e nelle nostre volontà. Ricevo con gratitudine il riconoscimento di Amnesty International. Specialmente per Pane e coraggio e specialmente ora”.
Ivano Fossati verrà premiato da Marco Bertotto, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International.

VOCI PER LA LIBERTÀ si concluderà lunedì 26 luglio con il “Mei Fest Nord Est”. Durante la serata si esibiranno i GIARDINI DI MIRÒ, preceduti dagli HEZA (alternative rock, Rovigo), finalisti di Voci per la Libertà 2000, e dai COLAZIONE FREAK (rock, San Sperate - Sardegna), vincitori del festival sardo “Sottosuoni”.
“Siamo orgogliosi di annunciare il programma della settima edizione di Voci per la Libertà. Dopo il premio come Festival dell’anno ottenuto nel 2003 al MEI non ci siamo adagiati sugli allori, ma abbiamo voluto crescere ancora con un programma di altissimo livello artistico: 12 gruppi in concorso, il concerto di apertura di Morgan, il Premio a Ivano Fossati, fino alla serata indierock del Mei Fest con l’esibizione dei Giardini di Mirò. La qualità e la varietà non mancano, il tutto sotto il comune denominatore dei diritti umani – ha anticipato il Direttore Artistico di Voci per la Libertà, Michele Lionello, e ha aggiunto – Appuntamento quindi a Villadose per vivere assieme un forte momento di promozione dei diritti umani, su un palcoscenico rock di respiro nazionale”.

PROGRAMMA VOCI PER LA LIBERTÀ 2004 (giorno per giorno)


Giovedì 22 luglio
concerto evento con:
MORGAN
AMEBA
I LOVE MY DENTIST

Venerdì 23 luglio
semifinale concorso con:
CONTROLUCE
JAILSOUND
TERRAMARE
SANDY MÜLLER DUO
DADOTRATTO
MORGANE

Sabato 24 luglio
semifinale concorso con:
RISERVA MOAC
LILIUM
PEKISCH
TOM P. BANGURA
FABULARASA
ALIPERDUTE

Domenica 25 luglio finalissima concorso con:
IVANO FOSSATI
i migliori sei gruppi

Lunedì 26 luglio
MEI FEST NORD EST con:
GIARDINI DI MIRÒ
COLAZIONE FREAK
HEZA

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.