NEWS   |   Pop/Rock / 09/01/2015

Hozier, dall'Irlanda ai Grammy Awards: in arrivo l'album di debutto - VIDEO

Hozier, dall'Irlanda ai Grammy Awards: in arrivo l'album di debutto - VIDEO

Il suo singolo di debutto, "Take me to church", sta scalando ormai da qualche settimana (e in leggero ritardo rispetto alla sua pubblicazione, avvenuta nel settembre del 2013) le classifiche di vendita di tutta Europa e degli Stati Uniti (disco d'oro in Germania, argento nel Regno Unito, platino in Italia e in Australia, per un totale di quasi 2.000.000 di copie vendute in tutto il mondo); il videoclip ufficiale del brano, che è approdato su YouTube nel settembre del 2013, conta in questo esatto momento la bellezza di 64.479.294 visualizzazioni; la stessa canzone è stata nominata per la categoria "Song of the year" ai Grammy Awards 2015. Stiamo parlando di Hozier, all'anagrafe Andrew Hozier-Byrne, cantautore irlandese nato a Bray, nella contea di Wicklow, nel marzo del 1990. Il prossimo 13 gennaio verrà finalmente pubblicato anche in Italia il disco di debutto, dal titolo eponimo, già disponibile sul mercato anglosassone e statunitense dallo scorso settembre; l'album, accolto positivamente dalla critica americana, rappresenta la prima prova sulla lunga distanza per Hozier, ma non il suo primo progetto discografico ufficiale: il cantautore irlandese, che ha iniziato a studiare musica al Trinity College di Dublino per poi abbandonare gli studi firmando un contratto discografico con Universal Music nel 2011, ha già consegnato al mercato due EP: "Take me to church" (pubblicato nel 2013 e contenente quattro brani tra cui il singolo omonimo) e "From Eden" (pubblicato nel marzo del 2014 e contenente altri quattro brani tra cui la title track).

I due EP sono stati promossi da Hozier per mezzo di un tour che ha portato il cantautore ad esibirsi sui palchi di alcuni festival musicali internazionali; entrambi i progetti non hanno conosciuto, però, successo di pubblico (il primo EP, "Take me to church", si è fermato appena alla posizione 107 della classifica statunitense), mentre il singolo "Take me to church" continuava a raccogliere invece consensi sempre maggiori. Complice anche il videoclip ufficiale della canzone, diretto da Brendan Canty e girato in bianco e nero nei pressi della diga di Inniscarra Dam, nella contea di Cork (in Irlanda): la clip affronta un tema molto gettonato, la relazione tra due uomini e la violenta e tragica reazione omofoba che la comunità mette in atto una volta venutane a conoscenza. Lo stesso Hozier ha dichiarato in merito al brano e al video (una sorta di atto di denuncia nei confronti delle discriminazioni omofobe in Russia): "Il tema del brano è semplicemente l'umanità vista nella sua forma più pura, naturale, e il suo essere continuamente minata dalle tante sovrastrutture. Quello che abbiamo visto accadere in Russia non si differenzia di molto dagli incubi e io ho proposto di trattare un tema così importante anche nel videoclip di 'Take me to church'". Il testo del brano è stato scritto dallo stesso Hozier e contiene diverse metafore e richiami religiosi. Non tratta però di omofobia, e il cantautore lo ha composto dopo la fine della relazione con la sua ex fidanzata: "L'esperienza di innamorarsi ed essere innamorati è simile ad una morte, la morte di tutto. Innamorarsi significa morire in un modo meraviglioso, e al tempo stesso risorgere", ha dichiarato a proposito del testo Hozier. Di seguito, vi proponiamo - se ancora non lo avete visto - il suggestivo e cupo video ufficiale della canzone.





"Take me to church" figura tra i tredici brani contenuti all'interno dell'album "Hozier"; il disco è stato co-prodotto dal cantautore insieme a Rob Kirwan, già al fianco di PJ Harvey e Depeche Mode, e spazia da atmosfere blues ad altre più soul e r&b (non mancano, poi, brani caratterizzati da sonorità più indie rock). Tutte le canzoni sono state scritte, testo e musica, dallo stesso Hozier, ad eccezion fatta di "Someone new" (scritta a quattro mani insieme a Sallay Matu Garnett). Il prossimo febbraio, Hozier (che tra ottobre e novembre 2014 è stato impegnato in un tour che lo ha portato ad esibirsi nelle principali città statunitensi, da Los Angeles a New York, passando per San Francisco e Seattle) tornerà a proporre dal vivo la sua musica con la seconda tranche del tour americano, prima di fare ritorno nel Vecchio Continente (sono state da poco annunciate le date di maggio e giugno nel Regno Unito). Non è previsto, però, almeno per il momento, alcun passaggio in Italia.

Questa la tracklist di "Hozier":
"Take me to church"
"Angel of small death & the codeine scene"
"Jackie and Wilson"
"Someone new"
"To be alone"
"From Eden"
"In a week"
"Sedated"
"Work song"
"Like real people do"
"It will come back"
"Foreigner's God"
"Cherry wine"

Questa, invece, la copertina ufficiale del disco:



https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/ak7MkY7AiuCD5zlw5a-8bAHbHx8=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.nuovecanzoni.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2014%2F12%2Fhozied-cd-2014-cover.jpg


 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi