Noel Gallagher e la discografia: 'Sei primo in classifica? Fai musica di merda'

Noel Gallagher e la discografia: 'Sei primo in classifica? Fai musica di merda'

In una recente intervista concessa alla rivista musicale New Musical Express in merito allo stato attuale dell'industria musicale, il più grande dei fratelli Gallagher ha speso dure parole nei confronti della moderna discografia: "Al giorno d'oggi, se sei al primo posto delle classifiche significa automaticamente che fai musica di merda", ha dichiarato il già co-frontman degli Oasis, "le band, oggi, si presentano alle case discografiche, che sanno già cosa vogliono da queste 'stelle delle classifiche'. Ma le classifiche sono sempre le stesse: ogni singolo brano nella top ten è la stessa merda, ma con una voce diversa". Gallagher ha poi paragonato i tempi moderni al periodo d'oro del britpop, movimento di cui gli Oasis (insieme ai Suede, ai Blur e ai Pulp) furono massimi rappresentanti: "Quando venimmo fuori noi, l'industria si sentì attaccata. I discografici pensavano: 'Cos'è questa roba?', 'Chi sono questi drogati?', 'Dobbiamo liberarci di questa gente'. Così, negli anni, l'industria ha reagito al britpop. Ora le band arrivano di fronte ai discografici e dicono: 'Volete questo prodotto? Noi possiamo farlo'". Il cantautore ha poi aggiunto: "Se gli Oasis iniziassero a suonare domani, non avrebbero lo stesso impatto di venticinque anni fa: sarebbero giudicati sul loro primo concerto, sul numero dei fan sui social network".

Non è la prima volta che Noel Gallagher si esprime nei confronti della moderna industria discografica con parole dure; il mese scorso, ad esempio, Noel criticò aspramente il successo di una band come quella dei Bastille: "Le classi lavoratrici non hanno più una voce, non si sente più alcun rumore provenire dalle case popolari. Oggi la musica è delle classi sociali centrali: avrei divorato i Bastille vivi in un solo pomeriggio, negli anni '90, mi sarebbe bastata un'intervista per far sì che non fossero più ascoltati", aveva dichiarato a tal proposito il musicista.

Dall'archivio di Rockol - Il nuovo album, il cosmic pop e la morte del rock: l'intervista, pt 1
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.