Videoclip su MTV: denaro recuperabile anche all'estero per le indies italiane

Mentre in Italia la vertenza con MTV, accusata di insolvenza prolungata, è approdata in tribunale (vedi News), le etichette indipendenti nostrane cominciano a scorgere la possibilità di recuperare diritti dal network TV anche oltre frontiera, per quanto riguarda la diffusione dei loro videoclip musicali sugli altri canali europei facenti capo al gruppo di Sumner Redstone. Il fondamento della loro pretesa economica risiede nell'accordo che MTV Europe ha faticosamente chiuso, a fine marzo scorso (vedi News), con la società di “collecting” inglese VPL, e che ha appunto per oggetto l'entità economica delle royalty che alle indies europee devono essere versati per la trasmissione in video dei loro clip musicali.
Il contratto riguarda tutte le società che forniscono contenuti video a MTV nel Continente, comprese quelle che in Italia sono rappresentate da SCF. Quest'ultima ha con VPL un accordo operativo di reciprocità: di qui l'invito che la stessa Società Consortile Fonografici ha esteso, stando alle informazioni raccolte da Rockol, a tutti i soci e mandatari di area indipendente, affinché segnalino i videoclip sui cui detengono diritti a livello locale e internazionale, così da partecipare alla distribuzione dei proventi che in futuro verranno versati dal network (non sono state diffuse cifre ufficiali, ma si parla di 3 milioni di euro complessivi all'anno).
Il contenzioso con MTV Italia è escluso da questa vicenda, e continuerà ad essere gestito in prima persona da SCF: sarà il giudice, in questo caso, a determinare l'entità delle royalty che la televisione musicale del gruppo Telecom Media Italia è tenuta a versare.
Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.