Peter Gabriel, su "Wired" auspica l'uso della 'prova video' nei processi

Peter Gabriel, su "Wired" auspica l'uso della 'prova video' nei processi

Peter Gabriel, leggendaria voce dei primi Genesis poi solista, è autore di un editoriale pubblicato dalla rivista "Wired" in cui incoraggia l'uso del video nel sistema giuridico per avere prove migliori e una giustizia più equa negli Stati Uniti.

"Come è possibile che, nonostante prove video convincenti, la giustizia può essere così sfuggente per le vittime della brutalità della polizia?", si chiede Gabriel. Va oltre, spiegando che, nonostante grandi porzioni della nostra vita vengano filmate tutti i giorni, molto poco di questo trova spazio nel sistema giuridico-legale. Le prove, nelle aule dei tribunali, si basano spesso sui nostri fallaci ricordi richiesti molto tempo dopo un dato evento ed è un qualcosa che la scienza ha dimostrato essere spesso inaffidabile e anche ripensato e rielaborato dalla mente.

"L'ingiustizia è allevata nelle tenebre, in udienze a porte chiuse, in processi nascosti in cui si possono sviluppare rapporti distorti", scrive l’artista. "In queste situazioni, è facile dare un certo taglio su un caso o impedire ad alcune prove scottanti di essere viste o sentite. La rivoluzione di Internet ha reso visibile molto di ciò che, per tanto tempo, nel nostro mondo è rimasto nascosto. E’ il momento per la giustizia di aggiustare la mira".

L'ex cantante dei Genesis, poi, incoraggia le aziende tecnologiche a lavorare per creare un sistema che possa far sì che un video non sia possibile da manomettere: sarebbe uno strumento importante per far sapere a investigatori, giornalisti e a tutti la verità.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.