Miley Cyrus, una cover di Melanie Safka per il film 'Free the nipple' - ASCOLTA

Miley Cyrus, una cover di Melanie Safka per il film 'Free the nipple' - ASCOLTA

E chi se non lei, che del topless - mediaticamente parlando - ha fatto una delle sue armi più affilate, poteva prestare la voce alla colonna sonora di "Free the nipple", lungometraggio che verrà presentato al prossimo Sundance Film Festival incentrato sul movimento per la parità riguardo alla nudità della parte superiore del corpo, tenuta ancora oggi illegale in pubblico - ma solo per le donne - in 32 stati USA? Miley Cyrus ha diffuso oggi via Web lo streaming della sua versione di "Look what they've done to my song, Ma", brano in origine portato al successo Melanie Safka, cantautrice esibitasi al festival di Woodstock specialmente nota per "Lay down (Candles in the rain)". "La cover è stata registrata lo scorso agosto in sole due take", ha specificato la stessa Safka in un messaggio apparso sul proprio sito ufficiale: "Questa versione, prodotta da Nick Littlemore e Peter Mayes [della band australiana Pnau] suona decisamente diversa dall'originale".



La campagna "Free the nipple" ha avuto alcune delle sue più celebri manifestazioni a New York (dove il topless femminile in pubblico è legale dal 1992, nonostante alcune resistenze da parte di una frangia delle forze dell'ordine della città), dove le attiviste per la lotta alla discriminazione della nudità hanno tenuto flash mob e sit in (ovviamente a seno nudo) in varie parti della città: tra le sostenitrici più celebri del movimento c'è la super model Cara Delevingne, che sul proprio profilo Instagram postò una foto in sostegno alla causa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.