American Music Prize, un nuovo premio per il debut album dell'anno

Negli Stati Uniti verrà introdotto un nuovo premio dedicato al miglior debutto tra gli album americani, l’American Music Prize.
Il premio nasce da un'idea di Scott B. Murphy, che ha inventato nel 2005 l'Australian Music Prize. L’intento di Murphy è quello di "incoraggiare, scoprire, premiare e promuovere la nuova buona musica degli artisti americani." In breve, si tratta di "un premio americano, per gli artisti americani, giudicati da giudici americani”, così dichiara a Billboard.

Per poter concorrere all’assegnazione del premio l’album di debutto deve essere stato pubblicato tra il 1 agosto 2014 e il 31 luglio 2015 e almeno il 51% della line-up deve risiedere negli Stati Uniti. Il disco deve avere venduto almeno 1000 copie ed essere registrato da SoundScan. Non si deve pagare una tassa di iscrizione.

Come il suo omologo australiano anche il premio americano vuole premiare l’album più meritevole. Il vincitore riceverà un significativo premio in denaro, più l’esposizione mediatica del caso. In Australia il premio è di 30.000 dollari. Al momento si sta trattando per avere uno sponsor e l’annuncio al proposito sarà fatto il prossimo anno.

La giuria sarà definita e annunciata entro il prossimo gennaio. I giudici dovranno scegliere dalla lista dei partecipanti i 12 candidati alla vittoria finale. La rosa dei finalisti sarà resa nota entro l’agosto 2015. Ogni artista della lista finale riceverà un premio e sarà invitato ad esibirsi in concerto nel settembre 2015, quando verrà svelato il nome del vincitore della prima edizione degli American Music Prize.

Murphy vuole riproporre il modello del premio australiano che a sua volta si ispira al britannico Mercury Prize. Il manager è impaziente di fare del nuovo premio un appuntamento fisso come accade in Canada con il Polaris, in Irlanda con il Choice, il SAY in Scozia, il Prix Constantin in Francia e il Taite in Nuova Zelanda. Per far decollare questa nuova iniziativa Scott Murphy negli Stati Uniti ha incontrato un centinaio tra manager di artisti e addetti ai lavori ricevendo unanime entusiasmo e massima disponibilità.
 

    Negli Stati Uniti verrà introdotto un nuovo premio dedicato al miglior debutto tra gli album americani, l’American Music Prize.
    Il premio nasce da un'idea di Scott B. Murphy, che ha inventato nel 2005 l'Australian Music Prize. L’intento di Murphy è quello di "incoraggiare, scoprire, premiare e promuovere la nuova buona musica degli artisti americani." In breve, si tratta di "un premio americano, per gli artisti americani, giudicati da giudici americani”, così dichiara a Billboard.

    Per poter concorrere all’assegnazione del premio l’album di debutto deve essere stato pubblicato tra il 1 agosto 2014 e il 31 luglio 2015 e almeno il 51% della line-up deve risiedere negli Stati Uniti. Il disco deve avere venduto almeno 1000 copie ed essere registrato da SoundScan. Non si deve pagare una tassa di iscrizione.

    Come il suo omologo australiano anche il premio americano vuole premiare l’album più meritevole. Il vincitore riceverà un significativo premio in denaro, più l’esposizione mediatica del caso. In Australia il premio è di 30.000 dollari. Al momento si sta trattando per avere uno sponsor e l’annuncio al proposito sarà fatto il prossimo anno.

    La giuria sarà definita e annunciata entro il prossimo gennaio. I giudici dovranno scegliere dalla lista dei partecipanti i 12 candidati alla vittoria finale. La rosa dei finalisti sarà resa nota entro l’agosto 2015. Ogni artista della lista finale riceverà un premio e sarà invitato ad esibirsi in concerto nel settembre 2015, quando verrà svelato il nome del vincitore della prima edizione degli American Music Prize.

    Murphy vuole riproporre il modello del premio australiano che a sua volta si ispira al britannico Mercury Prize. Il manager è impaziente di fare del nuovo premio un appuntamento fisso come accade in Canada con il Polaris, in Irlanda con il Choice, il SAY in Scozia, il Prix Constantin in Francia e il Taite in Nuova Zelanda. Per far decollare questa nuova iniziativa Scott Murphy negli Stati Uniti ha incontrato un centinaio tra manager di artisti e addetti ai lavori ricevendo unanime entusiasmo e massima disponibilità.
     

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.