La Siae per gli alluvionati di Genova 600 mila euro e canzoni per non dimenticare

“E’ un’iniziativa che mi riempie di orgoglio perché la nostra Siae deve essere anche questo: nello statuto si dice che la Siae deve essere generosa nella solidarietà e noi la stiamo esprimendo in vari modi, con iniziative nelle carceri e negli ospedali. Non siamo solo quei tipi per i quali ci vogliono far passare, non siamo esattori di denaro che non ci appartiene, chiediamo denari per distribuirli agli autori e farli rimanere indipendenti”. Così dichiara Gino Paoli, presidente di SIAE questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione del progetto Una canzone per Genova che consiste nella creazione di un minisito (unacanzonepergenova.it) e nella donazione di 600 mila euro per aiutare quegli esercizi commerciali di Genova e Chiavari gravemente danneggiati dal disastro dell’alluvione.

    “E’ un’iniziativa che mi riempie di orgoglio perché la nostra Siae deve essere anche questo: nello statuto si dice che la Siae deve essere generosa nella solidarietà e noi la stiamo esprimendo in vari modi, con iniziative nelle carceri e negli ospedali. Non siamo solo quei tipi per i quali ci vogliono far passare, non siamo esattori di denaro che non ci appartiene, chiediamo denari per distribuirli agli autori e farli rimanere indipendenti”. Così dichiara Gino Paoli, presidente di SIAE questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione del progetto Una canzone per Genova che consiste nella creazione di un minisito (unacanzonepergenova.it) e nella donazione di 600 mila euro per aiutare quegli esercizi commerciali di Genova e Chiavari gravemente danneggiati dal disastro dell’alluvione.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.