Take That, per lo streaming di 'III' no a Spotify, sì a Google

Take That, per lo streaming di 'III' no a Spotify, sì a Google

Dovranno aspettare il 2015 i fan dei Take That abbonati a Spotify per ascoltare l'ultima prova in studio dell'ex boyband britannica - ormai ridotta a trio - "III", pronta ad essere consegnata ai mercati il prossimo lunedì primo dicembre: come confermato dalla BBC il management del gruppo ha deciso di affidare l'ideale seguito di "Progress" del 2010 a una delle piattaforme concorrenti, Google Play Music. L'offerta della divisione musicale del colosso del Web di Mountain View comprenderà, oltre ai brani inclusi nella scaletta della versione fisica dell'album, anche tre bonus track: a suggellare l'accordo tra la band e la società informatica sarà un concerto che Gary Barlow, Howard Donald e Mark Owen terranno nella sede londinese della compagnia, a beneficio dei fan e (ovviamente) delle telecamere di Google Play Music.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.