Rolling Stones, anche il 2015 sarà 'on fire'? Affiorano voci su date negli USA

Rolling Stones, anche il 2015 sarà 'on fire'? Affiorano voci su date negli USA

Chiusosi ufficialmente lo scorso 18 novembre al Mount Smart Stadium di Auckland, in Nuova Zelanda, ultimo degli appuntamenti spostati di sei mesi in seguito al grave lutto che costrinse il frontman dei Rolling Stones - e quindi tutto il gruppo - a rinviare la branca agli antipodi del loro tour mondiale, il "14 on fire", serie di eventi che ha tenuto la band capitanata dall'inossidabile duo formato da Mick Jagger e Keith Richards impegnata per quasi tutto l'anno ormai avviato alla conclusione, potrebbe avere una coda anche nel 2015: secondo quanto riferito da diverse fonti vicine agli organizzatori - e confermate dalla testata locale Vital Vegas - la leggendaria band britannica potrebbe essere già stata ingaggiata come headliner per la prima edizione statunitense del festival Rock in Rio, in programma a Las Vegas tra i prossimi 8 e 9 e 15 e 16 maggio.

Stando a quanto emerso ufficiosamente fino ad ora, gli alfieri del rock and roll d'oltremanica dovrebbero coronare un cast di primissimo livello, che potrebbe comprendere anche Bruce Springsteen - i cui programmi dal vivo per i prossimi mesi, al momento, non sono ancora stati comunicati, Bruno Mars, Linkin Park, Taylor Swift, Metallica, No Doubt, Coheed and Cambria, Joss Stone, Ed Sheeran, John Legend e Sepultura.

Chiusa extragiudizialmente la vertenza legale con gli assicuratori chiamati a ripianare le perdite lasciate sul campo in seguito al rinvio del tour australiano, i Rolling Stones non si sono mai espressi esplicitamente circa un possibile prolungamento del tour inziato nel 2014: al riguardo l'ultimo indizio in merito potrebbe essere rintracciato nel comunicato diramato lo scorso 16 ottobre per annunciare il temporaneo forfait dello storico sassofonista Bobby Keys per motivi di salute. L'auspico espresso per un rapido "ritorno in attività" del sodale e non la constatazione di una mera sostituzione (con Karl Denson) fece sospettare a molti - pur in totale assenza di dichiarazioni ufficiali in merito - che anche il 2015, dopo il 2014, possa essere "on fire"...

Dall'archivio di Rockol - Quella volta che i Rolling Stones subirono un attentato terroristico...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.