Omar Pedrini dimesso dopo l'operazione: 'Provo una grande gioia'

Omar Pedrini dimesso dopo l'operazione: 'Provo una grande gioia'
Omar Pedrini è stato dimesso dalla Clinica S. Rocco di Ome (Brescia) in cui era stato operato d'urgenza a causa di un grave aneurisma dissecante all'aorta (vedi News). “Quello che provo adesso è una grande gioia”, ha dichiarato il musicista bresciano. “Ho superato una prova difficilissima. Per un anno non potrò essere lo scatenato personaggio di prima, ma so che tornerò in forma perché il mio cuore è stato aggiustato. Sto bene, torno a casa e fra un anno ci rivedremo in pubblico. Da tempo seguo una certa filosofia, vivo in ritiro in Brianza, vado a dormire presto, e con tanta presunzione umana pensavo di essere tra gli ultimi ad avere bisogno di una lezione di vita. Mi pareva una cosa adatta semmai ai miei tempi più selvaggi. Invece, in questo anno nel quale starò lontano dai palcoscenici, dovrò capire il motivo di quanto è successo. E' attraverso il dolore che si cresce di più”.
Omar ha poi parlato della sua compagna, Elenoire Casalegno, che per prima ha capito la gravità delle sue condizioni. “Il pubblico in questa occasione ha scoperto il suo lato umano”, ha spiegato l'ex-leader dei Timoria. “Io invece ho avuto vicino la persona che conoscevo già e che amo da tre anni. E' stata lei a costringermi ad andare al pronto soccorso quando io volevo solo dormire. Ha fatto centro e chissà che anche questo non sia un segno, il segno di un amore che va oltre le apparenze”.
Omar, anche attraverso un comunicato stampa, ha voluto ricordare e ringraziare tutte le persone che gli sono state vicine: “Ringrazio tutti per il grande amore che ho sentito intorno. Sono stato nell'oblio per tre giorni, ma poi ho letto i messaggi via internet, i quotidiani, i biglietti. Mi sono reso conto del grande amore che c'è per noi artisti. Non mi sembra di aver fatto abbastanza per meditare tutto questo affetto”, ha spiegato Omar. “Mi hanno chiamato in tanti: i colleghi dello spettacolo, gli sportivi, Eros Ramazzotti ha scritto due poesie. E poi i fans: su internet ho ricevuto tredicimilaquattrocento messaggi. In quei momenti mi è sembrato di combattere una battaglia insieme a tutti loro e, se è vero che è stata vinta, è a loro che io, la mia compagna e la mia famiglia rivolgiamo il primo sorriso del mattino”.
Il Dott. Mario Ferrari, che ha operato Pedrini, ha parlato del quadro clinico del musicista. “Omar ha davanti un mese di convalescenza, poi potrà tornare ad un'attività fisica progressivamente normale. Comunque si è ripreso al cento per cento”, ha spiegato il medico. “Quando gli ho comunicato che dovevo operarlo mi ha detto: 'Trattatemi con umanità'. Questo mi ha colpito in modo profondo e poi ne abbiamo parlato a lungo. Si è affidato a noi serenamente”. (Fonte: Il Giornale di Brescia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.