NEWS   |   Pop/Rock / 24/11/2014

Band Aid 30 in Francia: Carla Bruni raccoglie il testimone. Ma niente Daft Punk

Band Aid 30 in Francia: Carla Bruni raccoglie il testimone. Ma niente Daft Punk

Arriva dall'altra parte della Manica la prima risposta all'appello lanciato da Bob Geldof perché la nuova incarnazione - la quarta - di Band Aid diventasse un fenomeno globale. Al di là dell'iniziativa dei singoli - sempre bene accetta, aveva già specificato l'ex Boomtown Rats - durante la presentazione della nuova "Do they know it's Christmas?" si era fatto cenno a due progetti satellite - uno francese e uno tedesco - che di fatto avrebbe replicato quello messo in opera dalla pattuglia di artisti britannici e irlandesi nella quale sono stati inclusi, tra gli altri, Bono e One Direction: la notizia di oggi - riferisce il Guardian - è che dalla Francia sia stata la già première dame Carla Bruni ad aderire all'iniziativa, coinvolgendo nell'operazione un nutrito novero di colleghi.

Il brano benefico battente bandiera francese che contribuirà alla causa della lotta all'epidemia di virus Ebola in Africa occidentale si intitolerà "Noël est là" e verrà pubblicato il prossimo primo dicembre: accanto alla voce di "Quelqu'un m'a dit" in sala di ripresa si ritroveranno, tra gli altri, Lou Doillon, Vanessa Paradis, Louis Bertignac, Jean-Louis Aubert, Zaz, Shaka Ponk, Izïa Higelin, Thomas Dutronc, BB Brunes e Joey Starr. Assenti, contrariamente a quanto parso in un primo momento, i Daft Punk, che le prime indiscrezioni trapelate avrebbero voluto addirittura coordinatori dell'iniziativa transalpina. Il brano - i cui proventi verranno interamente devoluti a Band Aid - verrà abbinato anche a un video, del quale ancora non si conoscono i dettagli.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi