Irving Azoff vuole togliere Lennon, Eagles, Pharrell da YouTube.

Irving Azoff, titolare di Global Music Rights, ha chiesto a YouTube di rimuovere dal sito le canzoni di tutti i suoi clienti, fra i quali John Lennon, Pharrell Williams e gli Eagles. Lo riporta "Bloomberg", precisando che secondo Azoff e il suo socio, Randy Grimmett, YouTube non dispone del permesso per utilizzare i lavori di 41 artisti rappresentati dalla Global Music Rights, per un totale di 20.000 canzoni.
Secondo il "Wall Street Journal", Google (proprietaria di YouTube) sostiene invece di aver sottoscritto "accordi con etichette, editori musicali, collettori di licenze".
E' ovvio pensare che la mossa di Azoff sia una conseguenza del recentissimo lancio di YouTube Music Key. "Hollywood Reporter" sostiene che Azoff stia cercando di fare pressione su Google per poter rinegoziare accordi più vantaggiosi: "una causa legale potrebbe costare fino a tre miliardi di dollari".

Dall'archivio di Rockol - Dieci oggetti feticcio del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.