Rolling Stones, chiusa con polemica la causa per le date saltate in Australia

Rolling Stones, chiusa con polemica la causa per le date saltate in Australia

E' stata lasciata decadere, pur con uno strascico polemico, la causa che stava vedendo contrapposti davanti alla giustizia americana i Rolling Stones e le compagnie assicuratrici chiamate a ripianare le perdite - stimate in 8 milioni di sterline - lasciate sul campo, lo scorso marzo, dall'annullamento della branca australiana del tour "14 on fire" in seguito alla tragica scomparsa della compagna di Mick Jagger L'Wren Scott.

La band assicurò di aver stipulato una polizza - con un massimale di 15 milioni di sterline - per ovviare all'eventualità che il decesso di un familiare di un elemento del gruppo potesse far saltare uno o più spettacoli del tour: dopo il suicidio della Scott, l'entourage del gruppo fece pervenire alle compagnie una perizia specialistica che testimoniava come Jagger fosse stato colpito da una grave forma di disturbo post-traumatico da stress in seguito alla tragedia.

La richiesta del gruppo è stata impugnata nelle ultime settimane dagli assicuratori: facendo emergere particolari della vita privata della fu compagna di Jagger al fine di sostenere la tesi che la stilista soffrisse di disturbi psichici prima della firma della polizza (e che quindi la causa prima dell'annullamento dei live non fosse coperta dall'accordo), le società partner del gruppo avevano tentato di sottrarsi al versamento della somma richiesta. Ora, riferiscono le agenzie internazionali, la controversia verrà risolta per via extragiudiziale, ma non senza polemica: "Siamo profondamente amareggiati dal fatto che informazioni mediche personali di elementi della band e dei loro familiari siano diventate di pubblico dominio dopo il deposito del procedimento legale", hanno spiegato al Guardian i portavoce di Jagger, "Tutto è avvenuto senza che né i responsabili della comunicazione del gruppo né il team legale dello stesso ne fosse informato: l'abbiamo scoperto, come tutti, dalla stampa, curiosamente in concomitanza con l'appello degli assicuratori alla giustizia americana. Nessun altro commento verrà rilasciato in merito a questa vicenda".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.