AC/DC, Angus Young: 'Phil Rudd si è messo nei guai: troveremo un sostituto'

AC/DC, Angus Young: 'Phil Rudd si è messo nei guai: troveremo un sostituto'

Per la prima volta dall'esplosione del "caso Phil Rudd", il batterista degli AC/DC incriminato in Nuova Zelanda, la scorsa settimana, per minacce di morte (e prossimo ad affrontare un processo che potrebbe chiudersi con una condanna a sette anni di carcere), un elemento della band ha affrontato apertamente l'argomento chiarendo - in parte - quale sia la posizione del gruppo nei confronti di quello che, negli ultimi tempi, pare ormai un ex elemento della formazione di "Highway to hell".

In un'intervista concessa all'Associated Press il chitarrista solista Angus Young ha dichiarato di non aver avuto più contatti personali con Rudd - così come nessuno degli altri suoi colleghi - dalla notizia della sua incriminazione: "Mi sembra chiaro che abbia qualche problema", ha ammesso Young, 59 anni, "La situazione nella quale si è trovato ha colto tutti di sorpresa".

Nemmeno troppo di sorpresa, parrebbe, perché il comportamento del batterista pare abbia iniziato a destare qualche sospetto, presso i compagni, già durante le session di registrazione di "Rock or bust": "Abbiamo avuto qualche problema con lui", ha proseguito Young, "Anche quando eravamo in studio per lavorare al nuovo disco, era difficile persino averlo in sala per registrare le sue parti. Poi pensavamo che ci avrebbe raggiunto per promuovere l'uscita, per girare i video, per il servizi fotografici e tutto il resto, ma lui non si è mai fatto vedere. Capite che a questo punto, per noi, è difficile chiamarlo".

Insomma, pur non esplicitando mai il concetto, Young ha parlato di Rudd in termini di (quasi) ex componente del gruppo: "Non abbiamo più avuto contatti, benché lui abbia chi lo rappresenti. Si è cacciato in un bel casino". E nel caso Rudd continui a non essere disponibile, come potrebbe procedere la promozione di "Rock or bust"? "Per il momento rimane un grande interrogativo", ha risposto Young, di fatto ribadendo quando già fatto sapere nel comunicato ufficiale diramato dal gruppo poche ore dopo il fermo del batterista: "Mettiamola così: se ci capiterà di suonare in giro (e un tour, per il 2015, è stato praticamente già confermato, pur in assenza - per il momento - di un calendario ufficiale, ndr), troveremo un sostituto".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.