AC/DC, parla il biografo: 'Quello di 'Rock or bust' sarà il tour di addio'

AC/DC, parla il biografo: 'Quello di 'Rock or bust' sarà il tour di addio'

Potranno gli AC/DC far fronte all'uscita definitiva dalla formazione di Malcolm Young, che della band fu il motore silenzioso? E come verrà gestito l'affaire Phil Rudd? Nel caso al batterista - che, come emerso nelle ultime ore, ha pendenti sulla propria testa capi di imputazione che potrebbero portarlo a passare i prossimi sette anni in prigione - le autorità dovessero impedire l'espatrio durante il processo (che prenderà il via il prossimo 27 novembre), chi prenderà il suo posto sullo sgabello davanti ai tamburi?

A queste domande ha cercato di rispondere Jesse Fink, che della band australiana è una delle massime autorità, tanto da aver firmato il volume "The Youngs: the brothers who built AC/DC", considerato da appassionati e addetti ai lavori uno dei volumi più completi sui gigati del rock degli antipodi: secondo il giornalista e scrittore, l'annus horribilis che ha visto in soli pochi mesi due elementi storici della formazione essere costretti al forfait potrebbe aver fiaccato definitivamente la veterana band, che - ormai - dopo la promozione dal vivo del nuovo album "Rock or bust" starebbe meditando di ritirarsi a vita privata.

"Angus è stata la star dello show per tanti anni", ha spiegato Fink all'Herald Sun, "Finché ci sarà lui ci saranno gli AC/DC: ma dati tutti i problemi di quest'anno credo proprio che il prossimo sarà l'ultimo tour".

Se, da un lato, la defezione forzata di Malcolm Young è già stata emotivamente metabolizzata, con l'ingresso nella line-up di suo nipote Stevie, dall'altro la grande incognita degli ultimi giorni riguarda il batterista Phil Rudd: la sua assenza nella nuova foto promozionale e sui set dei primi due video (ufficialmente dovuti a "problemi personali") e la prontezza da parte del gruppo nello specificare come una sua eventuale assenza non rappresenti un intoppo nel processo di pubblicazione e promozione del nuovo disco fanno pensare a un progressivo allontanamento tra il batterista e il resto della band. Frattura che potrebbe aver avuto la propria origine in "Head job", disco solista che Rudd ha pubblicato all'inizio della scorsa estate.

"Nessuno negli AC/DC ha mai fatto un disco solista", ha aggiunto Fink, "Phil Carson [ex responsabile a&r della Atlantic che mise sotto contratto il gruppo] dice che la coesione interna è sempre stata la regola generale che hanno seguito: qualsiasi cosa al di fuori del gruppo è sempre stata vista non di buon occhio. Quindi ho trovato molto strano, lo scorso luglio, che Rudd ne se sia uscito improvvisamente col suo disco solista. Quando ha iniziato a promuoverlo in tanti si sono resi conto di quanto il suo aspetto fisico fosse peggiorato rispetto all'ultimo tour con gli AC/DC".

Sempre secondo Fink, il primo candidato in lizza per sostituire Rudd in occasione del tour di "Rock or bust" sarebbe Bob Richards, amico dell'altro sostituto - Stevie Young - è già in forze negli Shogun e negli Untouchables, band di Adrian Smith (Iron Maiden), e già chiamato a sostituire Rudd per i video di "Play ball" e "Rock or bust": "Un tour senza Malcolm e Phil è un duro colpo inferto a quello che è sempre stato lo spirito del gruppo", ha concluso Fink, "Viene spontaneo chiedersi quanto sia autentica un''esperienza AC/DC' in questa forma. I pochi pezzi nuovi che ho sentito, però, sono ottimi: questo è un gruppo incredibilmente resistente".

Scheda artista Tour&Concerti Testi
Pino Daniele
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.