Jackson Browne presenta il nuovo album: 'Non solo politica'. A maggio in Italia

Jackson Browne presenta il nuovo album: 'Non solo politica'. A maggio in Italia

Il prossimo maggio, Jackson Browne tornerà ad esibirsi in Italia per presentare dal vivo, in quattro appuntamenti, le canzoni contenute all'interno del suo ultimo album in studio "Standing in the breach" (consegnato al mercato lo scorso 7 ottobre). Registrato a Los Angeles e anticipato dal singolo "The birds of St. Marks", brano originariamente composto nel 1967 è registrato come demo nel 1970 (la versione finale della canzone, quella inclusa all'interno del disco, ha visto Brown collaborare con il chitarrista Greg Leisz), il quattordicesimo album in studio del cantautore statunitense si compone di dieci brani ed è stato presentato da Jackson Browne alla stampa italiana in una conferenza stampa tenuta questa mattina presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma (dove l'artista si esibirà il prossimo 24 maggio): "Ho deciso di intitolare questo disco esattamente come una delle canzoni in esso contenute: 'Standing in the breach' è una canzone molto importante, ho cominciato a scriverla circa tre anni fa, dopo il tragico terremoto di Haiti. Inizialmente, avevo pensato ad una canzone che parlasse del terremoto, ma in fase di scrittura ho deciso di dare vita ad un testo sulle capacità dell'uomo di superare le difficoltà", ha spiegato Browne in merito al titolo del suo nuovo progetto discografico, "penso che questo disco rispecchi il mio desiderio di affrontare tematiche di vario genere, come i disastri politici ed ecologici, ma farlo nella maniera in cui ne parlerei normalmente con un amico, anziché fare dichiarazioni pubbliche su un argomento o su un soggetto. Mi riferisco non solo ai disastri degli Stati Uniti, ma anche a quelli di tutte le altre nazioni del mondo".

"Standing in the breach" è dunque, a detta dello stesso Jackson Browne, un disco impegnato a livello politico, sebbene argomenti molto delicati siano stati trattati dal cantautore con una certa leggerezza: "Ho riflettuto molto su manifestazioni di protesta come la Primavera araba, le proteste di Honk Hong e quelle di Ferguson. E mi sono chiesto: 'I governi sono lì per rispondere alle esigenze dei cittadini o solamente per business?'", ha aggiunto il cantautore, "diverse nazioni si vantano di essere democratiche, ma solo poche lo sono davvero; gli Stati Uniti hanno pensato, con presunzione, di poter esportare la loro democrazia, che però non è una democrazia autentica. Chi ha più soldi può permettersi di acquistare i voti: oggi come oggi, tutto questo è legale". Non c'è solo politica, però, all'interno del quattordicesimo album di Jackson Browne: "È un disco che esplora anche tematiche quali l'amore, la speranza e le incertezze della vita moderna. È un viaggio profondo e personale", ha raccontato a tal proposito l'artista, "nel disco, ad esempio, è contenuto anche un brano con un testo di Woody Guthrie, 'You know the night', di cui io ho composto la musica. La canzone racconta dell'incontro tra Woody e sua moglie Nora, è una lettera ed è un brano molto cinematografico. Adoro il testo del brano, ha dentro di sé un ritmo straordinario, a cascata, e parla degli ideali di Guthrie e di quelli della donna di cui si è innamorato, parla di ciò che si aspettano dalla loro vita insieme. Sono molto contento di essere riuscito ad inserire questa canzone all'interno di 'Standing in the breach'". Sempre all'interno del disco figura poi una collaborazione con l'artista cubano Carlos Varela: "Traducendo il testo di 'Walls and doors' mi sono accorto del fatto che avrei potuto benissimo scriverlo io. Carlos mi ha fatto un regalo enorme", ha dichiarato Jackson Browne in merito alla collaborazione con Varela.

Il cantautore statunitense ha poi speso alcune parole sul quarantesimo anniversario dall'uscita di "Late for the sky", uno dei suoi lavori più apprezzati, e sul disco-tributo realizzato in suo onore: "La realizzazione di questo disco-tributo mi ha commosso, soprattutto perché hanno partecipato al progetto artisti che stimo e che considero miei grandi amici. Ascoltando l'album, ho percepito una carica di affetto straordinaria e gratificante: mi ha emozionato molto la versione di Joan Osborne di 'Late for the sky', il fatto che lei sia riuscita a trasmettere gli stessi sentimenti che provavo io mentre scrivevo quella canzone. È interessante il fatto che questo disco-tributo sia arrivato quasi in concomitanza con il quarantesimo anniversario dalla pubblicazione di 'Late for the sky'; in molti hanno ravvisato pure una leggera somiglianza tra 'Standing in the breach' è la stessa 'Late for the sky': in realtà, credo che le due canzoni non si somiglino molto e 'Standing in the breach' è un brano che non sarei mai riuscito a scrivere in passato".

In merito al tour, infine, Jackson Browne ha dichiarato: "Sarà l'occasione giusta per suonare buona musica. In scaletta non saranno presenti solo i brani contenuti all'interno del mio ultimo disco, ma anche brani celebri del mio repertorio quali, tra gli altri, 'Running on empty', 'The pretender', 'Doctor' e 'My eyes'".

I biglietti per assistere ai concerti italiani di Jackson Browne saranno disponibili per l'acquisto in prevendita a partire da lunedì 10 novembre. Queste le date:

24 maggio - Roma (Auditorium Parco della Musica)
25 maggio - Bologna (Auditorium Manzoni)
27 maggio - Como (Teatro Sociale)
28 maggio - Torino (Teatro Colosseo)  

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.