Classifiche UK: i McFly buttano giù Britney, The Streets al numero uno

Classifiche UK: i McFly buttano giù Britney, The Streets al numero uno
I giovani McFly, col secondo singolo della loro carriera, si sono presi il lusso di detronizzare Britney Spears. "Obviously" del quartetto britannico entra direttamente al primo posto delle classifiche UK e fa scendere "Everytime" della ragazza di Kentwood in seconda posizione. La Top 10 si rinnova al 50% rispetto alla scorsa settimana, con cinque nuove entrate che vanno a prendersi le posizioni numero 1, 4, 6, 9 e 10. Scala di uno ed è terzo "I don't wanna know" di Mario Winans, poi c'è il secondo debuttante, "Roses" degli OutKast. Sulla quinta tacca ritroviamo un brano che in Italia conosciamo bene, sebbene grazie ad un'altra interprete: è "Dragostea din tei" firmata dagli O-Zone e non da Haiducii. "Eyes on you" di Jay Sean entra al numero 6, "Trick me" di Kelis scende dal 5 al 7. L'inno calcistico "Come on England" dei 4-4-2, forse anche a causa dell'avversa sorte toccata alla Nazionale inglese, scivola dal 3 all'8. Chiudono due dischi esordienti, "Come as you are" (9) di Beverley Knight e "Da ya think I'm sexy" delle Girls Of FHM. La boyband Phixx si ferma al 12 con "Wild boys", il nuovo singolo di Brandy, "Talk about our love", cala dal 6 al 13. "Books" dei Belle & Sebastian spunta al 20, crolla dal 13 al 43 "The bottle" di Paul Weller (nuova versione della canzone di Gil Scott Heron), al 45 si risentono i "vecchi" Alarm con "New home new life".
Per quanto riguarda gli album, spettacolare la rimonta dei The Streets di Mike Skinner: il CD, che pascolava al numero 8 e pareva destinato a breve ad uscire dal Pantheon, schizza al numero uno nonostante non più supportato dal singolo "Fit but you know it", sceso dal numero 45 al 67. E continua l'avanzata degli obliqui Scissor Sisters, che con il loro omonimo lavoro continuano a salire e questa settimana avanzano dal 5 al 2. I Keane di Hastings, a lungo al vertice con "Hopes and fears", scendono dal trono e si accomodano sul terzo scalino. Risale "Confessions" di Usher (oltre 4 milioni di copie negli USA), che passa dal 9 al 4, chiude la Top 5 "The soul sessions" di Joss Stone. Sale impetuosamente "The journey - The very best of" di Donna Summer: la regina della discomusic anni Settanta rimbalza dal numero 16 al 6. Scivola dal 2 al 7 "To the 5 boroughs" dei Beastie Boys, riprende quota dal 12 all'8 "Hurt no more" di Mario Winans, poi concludono la Top 10 "One plus one is one" (9), il nuovo CD di Badly Drawn Boy, e "No roots" (10) dei Faithless. Dopo aver brevemente assaporato il vento dell'alta classifica, "The platinum collection" di Phil Collins scende a valle ed è quindicesimo. Riprende invece quota, grazie al tour europeo, il "Greatest hits" dei Red Hot Chili Peppers, che risale dal 36 al 17; emblematico il rinnovato interesse per i Chilis, visto che "By the way" passa dal 58 al 30, il vecchio "Californication" dal 52 al 34 e l'ormai vetusto (settembre '91) "Blood sugar sex magik" dal 69 al 54.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.