Comunicato Stampa: 'Sud!' il primo luglio a Bologna con Sud Sound System e Après la Classe

Comunicato Stampa: 'Sud!' il primo luglio a Bologna con Sud Sound System e Après la Classe
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

SUD! 1 luglio - 10 euro - Made in Bo - Arena Parco Nord

SUD SOUND SYSTEM
APRES LA CLASSE
PARTO DELLE NUVOLE PESANTI
JUREDURE'
ROSALUNA
PICARI
KRASI'

SUD! nasce con l'idea di riscoprire i suoni che accompagnavano i balli liberatori e rituali delle feste del raccolto. Musica tradizionale ed evoluzioni, giocando tra vecchio e nuovo: mescolando, reinterpretando ma sopratutto ballando. È questo che rende liberi: perdersi nel ballo fino a lasciarsi andare ad una trance non certo sintomo di possessione, come si credeva un tempo: i ragazzi non sono posseduti da niente e da nessuno; si radunano sempre in numero maggiore accumunati dall'esigenza di sfuggire ai ritmi a cui sono costretti ogni giorno.

SUD SOUND SYSTEM
La storia del Sud Sound System prima degli anni '90 é la storia di un gruppo di ragazzi del Salento e del loro amore incondizionato verso la musica Reggae, in quella terra (SUD ITALIA) così lontana dai cosiddetti "circuiti" e allo stesso tempo così ricca di cultura e tradizioni mediterranee. Il S.S.S. non ha bisogno di inventarsi la similitudine tra il Reggae giamaicano e il patrimonio popolare tradizionale, semplicemente perché questa similitudine può dirsi già preesistente nell’attitudine musicale così come nei temi sociali, poiché entrambi Sud del mondo, e non ultimo nel calore che accomuna le due realtà. In tutto questo si integra l’uso del dialetto salentino.
“Liberati da ogni soggezione, danza e schiaccia tutto quello che ti opprime il ritmo E’ vitale il ritmo E’ fondamentale, seguilo con la mente ti dico non ti fermare, entorna”.

APRES LA CLASSE
La musica degli Après La Classe porta una ventata di aria fresca nel panorama nazionale. Il sestetto pugliese è capace di confezionare canzoni frizzanti e coinvolgente come di rado capita di ascoltare. Artefici di una patchanka nostrana in ‘salsa salentina’, degna del miglior Manu Chao, i sei sanno essere a loro modo originali senza apparire mai né derivativi e né, tantomeno, scolastici, dimostrando come sia possibile unire la tradizione ad un uso intelligente dell'elettronica, dosando stili e strumenti diversi. Tra polke imbastardite con l’elettronica, hit-single da ballare in ogni discoteca, raggamuffin sopraffini, folk moderno, ballate dub e semplici canzoni dal taglio reggae-rock, gli Après La Classe finisco per stupire con la loro aria apparentemente ruffiana che cela una creatività da custodire con cura.
IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI
"La Calabria è viva nella nostra musica, in un dialetto sottoposto continuamente alle sollecitazioni storiche e culturali più svariate, il nostro Sud si confonde tra il Magreb e i viaggiatori del Kurdistan, tra una danza ebraica e il vorticoso incedere di una tarantella punk in perfetto stile Jonico; perché oggi più che mai le persone vivono mischiate e confuse, e la musica in questo scenario, rappresenta una via possibile verso l'integrazione e la tolleranza." Peppe Voltarelli
JUREDURE'
Una band di grandi promesse per la evoluzione stilistica dei generi musicali tradizionali del sud d’Italia e del bacino mediterraneo. Le contaminazioni di generi, sapientemente introdotte nella loro base ritmica non offuscano la loro matrice autoctona. La personalità dei sette musicisti, versatile, dinamica e per alcuni aspetti virtuosa li rende un gruppo del tutto originale nel panorama musicale italiano. La loro esibizione sul palco del Primo Maggio ha suscitato interesse nel progetto tra i membri delle band di Eugenio Bennato e della Bandabardò. Al momento il gruppo si propone in un tour estivo che lo vedrà impegnata in numerose manifestazioni e festival in tutta Italia con uno show-live di tutto rispetto, simpatico e divertente: dalle ballate tradizionali calabresi, alle ballate tradizionali balcaniche, con largo spazio ad improvvisazioni jazz, percussioni subsahariane, accenni ska, reggae.
ROSALUNA
Il nome ROSALUNA è la traduzione in italiano di Pink Moon, l’ultimo grande disco del cantautore inglese Nick Drake.
Il progetto parte a maggio del 1999 con la precisa intenzione di fondere la tradizione della musica popolare del sud Italia con l’innata voglia di innovazione e sperimentazione. Rosaluna è un insieme di anime diverse e pronte ad immettere nel progetto i differenti percorsi sia musicali che umani, tutto questo condito da una voglia di divertire e divertirsi. I Rosaluna propongono una musica eclettica, che racchiude rock, etnica, psichedelia, ritmi percussivi mediterranei e latini… Non ci sono etichette per descriverla!
KRASI'
E’ un gruppo composto da autentici ragazzi pugliesi…e quando si dice Puglia il pensiero va automaticamente alla pizzica salentina, il loro cavallo di battaglia con i suoi ritmi suadenti e incalzanti, che avvolgono l’anima e invitano a scatenarsi in un ballo liberatorio. Ma quando si dice Puglia si dice anche Mediterraneo: i Krasì hanno saputo contaminare senza riserve le loro tradizioni, mescolandole con i suoni dei Balcani, in questo modo il loro repertorio si fa più ricco e travolgente, per il pubblico diventa così impossibile resistere a questo miscuglio etnico.
PICARI
Il picaro è un vagabondo astuto, seppur non malvagio, che vive la sua esistenza ai margini di una società ipocrita e cinica; un nobile brigante dall'animo gentile con l'arte di arrangiarsi. Questo è esattamente lo spirito con cui la band propone la sua musica: un azzeccata combinazione di musiche del sud, tra pizziche, tarantelle e tammurriate
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.