Mercato discografico italiano, + 5 % nei primi nove mesi del 2014

Notizie relativamente confortanti per l'industria discografica italiana, che per il quarto trimestre consecutivo mostra un saldo positivo in termini di fatturato e chiude i primi nove mesi del 2014 in crescita del 5 % per un valore totale di 75,4 milioni di euro. La locomotiva del settore resta il segmento digitale, che secondo i dati raccolti da Deloitte per conto della federazione dei discografici FIMI rappresenta ormai il 45 % dei ricavi complessivi delle case discografiche e nel cui ambito continuano ad accelerare i servizi di streaming (19, 4 milioni di euro): sia quelli gratuiti finanziati dalla pubblicità come YouTube e Vevo (+ 78 %), sia - soprattutto - quelli in abbonamento come Spotify, Deezer, TIMmusic e Google Play (+ 109 %), mentre calano ancora i download a pagamento di album e singoli digitali (- 20 % per 14,6 milioni di euro).

Nell'ambito del mercato "fisico" (41,3 milioni di euro nei primi nove mesi del 2014) la flessione delle vendite di CD resta contenuta al - 4 %, mentre il vinile - 2,09 milioni di euro di fatturato - registra un'ulteriore incremento del 66 %.

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.