NEWS   |   Pop/Rock / 29/10/2014

Taylor Swift, negli Usa '1989' verso il milione di copie in una settimana

Taylor Swift, negli Usa '1989' verso il milione di copie in una settimana

In un anno estremamente carente di successi discografici di massa - l'unico album ad avere finora superato (abbondantemente) la fatidica quota del milione di copie negli Stati Uniti è la colonna sonora del film Disney "Frozen" - Taylor Swift sembra destinata a scompaginare le carte con "1989", il nuovo album che secondo le ultime proiezioni dovrebbe diventare un million seller già nella settimana di uscita: un traguardo già raggiunto dalla giovane cantante della Pennsylvania con i precedenti "Speak now" (1,05 milioni di pezzi nel 2010) e "Red" (1,21 milioni nel 2012), e che da quando esistono le rilevazioni elettroniche di vendita effettuate da SoundScan (cioè dal 1991) è stato conseguito da soli 18 titoli.

Quinto album della Swift, "1989" è nei negozi dall'altro ieri, 27 ottobre, e sono bastati due giorni per fare ritoccare ripetutamente verso l'alto le proiezioni di vendita. Il verdetto si conoscerà il 5 novembre, quando - secondo le attese di tutti - "1989" dovrebbe debuttare al primo posto della classifica di Billboard (per la Swift sarebbe la quarta volta). Da lì a raggiungere "Frozen" (3,2 milioni di copie sul mercato statunitense) il passo è ancora lungo, ma è anche da considerare che quel titolo - come tutti gli altri maggiori best seller di stagione, "Beyoncé" di Beyoncé, "Pure heroin" di Lorde e "Ghost stories" dei Coldplay - era uscito nel 2013 e ha dunque sviluppato il suo potenziale commerciale in un lungo arco di tempo.

Secondo fonti riprese dallo stesso Billboard, "1989" sta vendendo eccezionalmente bene tanto nei negozi fisici (in particolare nella catena di grandi magazzini Target, che commercializza una versione esclusiva con bonus tracks) che in formato digitale su iTunes. A proposito di digitale, va osservato che anche stavolta la Swift e il suo mentore e discografico Scott Borchetta della Big Machine Records hanno deciso di stare inizialmente alla larga dalle piattaforme di streaming per proteggere le vendite del disco; nel frattempo però l'album digitale è accessibile a bassissimo prezzo, 0,99 dollari (contro gli oltre 12 di iTunes), da parte degli utenti della app "Music Deals" lanciata la scorsa settimana da Microsoft. Per promuovere il servizio, riservato ai soli utenti di telefonini Windows e Windows 8, il gigante di Redmond ha deciso di operare in perdita, dal momento che alla casa discografica paga l'intero prezzo all'ingrosso del prodotto.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi