Pink Floyd: 'The Division bell e The endless river come i 2 LP di Ummagumma'

Pink Floyd: 'The Division bell e The endless river come i 2 LP di Ummagumma'

Il nuovo album dei Pink Floyd "The endless river", come noto, si basa su registrazioni effettuate nel 1993 ai tempi in cui la band inglese stava lavorando anche all'incisione di "The division bell"(pubblicato l'anno successivo).

E l'idea iniziale, rivela ora Nick Mason davanti alle telecamere posizionate sull'Astoria (lo studio galleggiante di David Gilmour) nella seconda parte dell'EPK (Electronic Press Kit) di presentazione del disco, era di richiamarsi in qualche modo ai tempi di "Ummagumma": nel senso di realizzare contemporaneamente un album in studio composto di canzoni e un disco ambient che suonasse completamente diverso ma che ne rappresentasse l'altra faccia della medaglia. .

"Il procedimento ha richiesto parecchio tempo, probabilmente più di due anni", aggiunge Mason nell'intervista, mentre Gilmour ricorda che lui, il batterista e il tastierista Richard Wright si ritrovarono all'inizio del 1993 a suonare come ai vecchi tempi ai Britannia Row Studios di Londra, "giusto per il piacere di farlo e vedere cosa ne sarebbe venuto fuori". "Inizialmente, rispetto a quelle registrazioni avevamo un atteggiamento purista e non volevamo aggiungere nulla a quanto già avessimo. Ma poi abbiamo cambiato un po rotta  per farlo suonare al meglio. Cosicché abbiamo aggiunto qualche parte di batteria e di chitarra qua e là. Sostanzialmente è musica di quel periodo ma ci sono diverse aggiunte".



 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.