Concerti, Le Luci della Centrale Elettrica: tour intimo al sud a dicembre

Concerti, Le Luci della Centrale Elettrica: tour intimo al sud a dicembre

La necessità di muoversi con più agilità in contesti che richiedano una logistica più duttile - e, soprattutto, in tempi duri per tutti, sia per chi i biglietti li compra che per chi li vende - ha spinto molti artisti di alto profilo, in tempi recenti, ad affiancare a live set a organico pieno spettacoli più intimi e meno prodotti: tra la scorsa estate e l'inizio di questo autunno, Asaf Avidan, Cristina Donà e il già Sonic Youth Lee Ranaldo sono stati solo alcuni degli nomi più in vista del panorama internazionale e non a scegliere di presentarsi al proprio pubblico - se non da soli - con un organico fortemente ridotto.

Dopo il tour tenuto nel corso della bella stagione, anche Vasco Brondi tornerà in azione dal vivo proponendo una versione più intima del suo progetto Le Luci della Centrale Elettrica: il cantautore, accompagnato dal solo Andrea “Cabeki” Faccioli al computer, sarà protagonista di un tour che partirà il prossimo 8 dicembre da San Ginesio, in provincia di Macerata, per toccare poi Lecce (il 9), Lamezia Terme (il 10), Enna (il 12), Messina (il 13), Santa Maria a Vico (il 14) e concludersi a Latina, il 15. "Mi hanno molto colpito le numerosissime richieste e manifestazioni di affetto che arrivavano da lì e allo stesso tempo l’impossibilità di organizzare un concerto di un tour molto bello ma anche grande, complesso e con molte persone al seguito", ha spiegato al proposito Brondi: "Ho pensato di preparare per il sud un concerto particolare, minimale e irripetibile, provando a trasformare un’esigenza, un desiderio e un limite in un’idea, in una possibilità unica sia per noi che sia per chi verrà ad ascoltarci. Di partire con la chitarra e il computer e di uscire dai percorsi abituali. Tornare in posti intimi e raccolti e guardarsi proprio negli occhi. E farlo in città in cui non solo non ho mai suonato ma spesso non sono neanche mai stato. Dopo lo stupendo frastuono di quest’anno e di questo tour tra migliaia di persone ritrovare una dimensione piccola, viaggiare in treno o in macchina in due come ho fatto per anni all’inizio di questa avventura. Portare in giro questo concerto di caos silenzioso, di suoni rarefatti, di chitarre acustiche maltrattate o arpeggiate, di chitarre elettriche distorte o pulite, di grida e di silenzi".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.