Erykah Badu fa busking in centro a New York e nessuno la riconosce - VIDEO

Erykah Badu fa busking in centro a New York e nessuno la riconosce - VIDEO

I 3 dollari e sessanta centesimi raccolti durante la serata passata in incognito cantando sul marciapiede di Times Square, a New York, come un qualsiasi busker non la scoraggino, ma nemmeno la facciano sentire una pioniera dell'indagine socio-musicale, ché una trovata identica l'ebbero, rispettivamente 19 e 16 anni fa, due colleghi infintamente meno celebrati a livello internazionale, ovvero Biagio Antonacci e Claudio Baglioni, che - in due occasioni distinte - tentarono lo stesso esperimento nella metropolitana di Milano e in Galleria Umberto I, a Napoli, conseguendo - in realtà diverse e in tempi diversi - lo stesso risultato ottenuto da una delle più illustri esponenti della black music contemporanea, Erykah Badu, nel cuore della Grande Mela: non essere riconosciuta nonostante una voce che ha fatto vendere milioni di dischi.



Sarà che l'intersezione tra Broadway e la Seventh Avenue è uno dei luoghi più caotici ed eccitanti del pianeta, sarà che il frastuono del traffico sicuramente non contribuisce a valorizzare le performance, specie se a cappella e senza amplificazione, e probabilmente la concorrenza - gli Unlocking the Truth hanno iniziato proprio sul marciapiede di Times Square la loro brillante carriera - avrà fatto la sua parte, ma tant'è: ripresa dallo staff del sito hip hop Okayplayer, la cantante, con poca convinzione, ha intonato alcuni vocalizzi improvvisati ricordando di aver bisogno di soldi, e più che la performance - probabilmente - ha fatto il buon cuore dei newyorchesi, che le hanno lasciato nel cappello poco meno di quattro dollari. Senza accorgersi, ovviamente, che la sconosciuta sul marciapiede fosse una delle cantanti più famose del pianeta...

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.