'808', Damon Albarn e Phil Collins in un film sulla prima drum machine

'808', Damon Albarn e Phil Collins in un film sulla prima drum machine

Se la chitarra elettrica e l'organo Hammond hanno caratterizzato in modo inconfondibile il suono della musica popolare degli anni '60, mentre il Moog e il Mellotron hanno allargato a dismisura i confini del prog rock dei '70, gli '80 sono stati indiscutibilmente gli anni delle tastiere elettroniche portatili e delle drum machine, veicoli principali della musica "do it yourself" a disposizione anche dei "non musicisti". La madre di tutte le batterie elettroniche, il modello TR-808 della Roland, venne introdotta sul mercato proprio nel 1980, e negli anni a venire il suo suono ha plasmato in modo inconfondibile l'evoluzione del synth pop, dell'hip hop e della musica dance. Motivazioni più che sufficienti adedicargli un film documentario, intitolato appunto "808" e diretto da Alex Dunn, che ne esplora e documenta la storia e l'importanza raccogliendo le testimonianze e le riflessioni di decine di artisti e produttori.

Tra i tanti, figurano nel lungometraggio Damon Albarn, Phil Collins, David Guetta, Pharrell Williams, i New Order, Rick Rubin, Questlove, Diplo, Fatboy Slim, Lil Jon, Goldie, Jimmy Jam & Terry Lewis e Chris Frantz dei Talking Heads; Dunn ha anche intervistato il fondatore della Roland Ikutaro Kakehashi, che spiega i motivi per cui la casa giapponese decise di interrompere la produzione della drum machine già nel 1983. Ecco, di seguito, il trailer del film:





 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.