Ozzy Osbourne sull'operazione di Apple per 'Songs of innocence': 'U2 egoisti'

Ozzy Osbourne sull'operazione di Apple per 'Songs of innocence': 'U2 egoisti'

A sua moglia Sharon il "regalo" del nuovo album degli U2 a mezzo miliardo di utenti (Apple) in tutto il mondo proprio non è piaciuto, e già lo sapevamo. Oggi è arrivato, al proposito, anche il parere del di lei consorte, Ozzy Osbourne, che - prima di tornare in azione prima in studio e poi sul palco per quello che sarà l'ultimo giro di giostra con i Black Sabbath - ha voluto esporsi in prima persona riguardo quella che da tanti, nel bene e nel male, è considerata l'operazione discografica dell'anno.

Il frontman, in prima battuta, è stato decisamente molto più diplomatico della sua metà: "Per certi versi la loro mossa è stata buona, e per altri cattiva", ha chiarito Osbourne a Shortlist, "Ha fatto arrabbiare un mucchio di gente, è stato terribile. Tutti lì a preoccuparsi di come cancellare il disco dai loro cazzo di telefonini, o da quelle robe lì. Certo, gli U2 possono permettersi di regalare un disco, mentre altri gruppi no. E questo rende la vita ancora più difficile alle band emergenti. Cazzo, è stato davvero da egoisti".

In ultima analisi, però, a Ozzy - delle partnership con brand globali - importa poco o niente: "La Apple li ha pagati per tutte quelle copie, d'accordo, ma non siamo mica tutti gli U2. Non tutti possono firmare un contratto del cazzo con la Apple. Ci sono migliaia di gruppi là fuori, oggi, che non vengono ascoltati da un cazzo di nessuno perché non se lo possono permettere".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
19 nov
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.