50 anni di Moog: il contributo di Gabriele Lorenzi (Il Volo)

50 anni di Moog: il contributo di Gabriele Lorenzi (Il Volo)

Per celebrare i cinquant'anni dalla presentazione del primo modello di sintetizzatore Moog, Rockol ha chiesto ai più grandi interpreti italiani di questo strumento una testimonianza di prima mano. Questo il contributo di Gabriele Lorenzi (Il Volo).

"Venni a conoscenza del Moog, quello 'a parete', molto complicato da utilizzare, ascoltando il gruppo degli Emerson Lake & Palmer. In un secondo momento venne messo in commercio il Minimoog: in Italia, alcuni musicisti erano soliti acquistare questo strumento per poi suonarlo, come turnisti, per prendere parte a determinati progetti musicali (facendosi pagare anche molto). Il sintetizzatore Moog, alla fine degli anni Settanta, nel nostro Paese, costava ben tre milioni e mezzo di lire: una cifra altissima! In America, invece, il pezzo era più accessibile e si aggirava intorno ai mille dollari: fu per questo motivo che mi decisi ad acquistare il Moog proprio a New York, per portarlo poi in Italia (riuscendo pure a non pagare la dogana).

Mi divertivo molto a suonare il Moog, che approcciavo il maniera empirica, da 'smanettone', girando le manopole e cambiando le onde: suonarlo e ascoltare tutti quei suoni molto diversi tra loro rappresentava, per me, motivo di grande godimento. Nel corso della mia carriera ne ho fatto largo uso, ma devo riconoscere che questo strumento aveva un grande difetto: dopo molte ore di lavoro, l'accordatura non teneva più. La causa? Forse le resistenze non erano giuste, e questo problema ha rappresentato una vera e propria rovina per il Moog (che negli anni '70 era in concorrenza con l'ARP, uno strumento ancora più difficile da gestire in quanto dotato di una vastissima gamma di effetti).

Ad ogni modo, con l'invenzione di questo straordinario strumento, di cui tutt'oggi i musicisti fanno uso nella costruzione dei loro brani, Robert Moog ha dato il via ad un vero e proprio movimento di cambiamento strumentistico a livello mondiale, un movimento di rottura nei confronti di tutto quello che c'era stato prima".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.