Idaho, addio al leader dei Raiders Paul Revere

Idaho, addio al leader dei Raiders Paul Revere

E' morto ieri, 4 ottobre, nella sua residenza in Idaho Paul Revere Dick, organista e leader di Paul Revere & The Raiders, gruppo di grande successo negli Stati Uniti dalla seconda metà degli anni Sessanta e uno dei nomi di punta della scena garage rock e proto-punk sorta oltreoceano in reazione alla "British Invasion".

Nato ad Harvard, nel Nebraska, il 7 gennaio del 1938 (aveva dunque 76 anni), Revere Dick aveva iniziato a suonare professionalmente verso la fine degli anni Cinquanta in Idaho, formando con il cantante e sassofonista Mark Lindsay un gruppo che cambiò presto denominazione dall'iniziale Downbeats alla sigla definitiva.

Grazie all'interessamento di Roger Hart, un disc jockey di Portland che ne divenne il manager, la band fu il primo gruppo rock a firmare un contratto discografico con la Columbia Records, interessata alla sua versione di "Louie Louie"; la popolarità arrivò soprattutto grazie all'amicizia con il famoso presentatore televisivo Dick Clark, che lanciò il gruppo nel suo programma "Where The Action Is" scegliendolo come house band, ma anche all'idea di sfruttare l'assonanza del nome di Revere con quello di uno dei più famosi patrioti della guerra d'indipendenza americana per presentarsi in scena con sgargianti costumi d'epoca che riproducevano le divise dei soldati americani di fine Settecento. Si aprì così una stagione di successi che, dopo "Steppin' out" e "Just like me" (1965), portò tanto "Kicks" e "Hungry" (1966) che "Good thing" e "Him or me - What's it gonna be?" (1967) nelle Top Ten dei singoli più venduti negli Stati Uniti mentre "The great airplane strike" raggiunse poco dopo il numero 20. .

Nel frattempo i Raiders avevano subìto il primo importante cambio di formazione con l'ingresso di Freddy Weller (chitarra), Charlie Coe (basso) e Jim Valley (batteria) al posto dei membri originali Drake Levin, Phil Volk e Mike Smith modificando gradualmente il loro suono rispetto all'iniziale formula garage caratterizzata dal suono tagliente delle chitarre e dal timbro aspro dell'organo Vox. Gli hit continuarono tra fine '60 e primi '70 con pezzi quali "Too much talk", "Mr. Sun, Mr. Moon" e "Indian reservation (The lament of the Cherokee Reservation Indian)", uno dei loro brani più famosi dedicato ai nativi americani. Il boom della musica psichedelica e del San Francisco Sound, così come l'affermarsi delle radio FM e lo spostamento progressivo dei consumi dai singoli agli album, spinsero tuttavia il gruppo, come tante band coeve, ai margini della nuova mappa musicale americana. Scioltisi nel 1977 dopo un passaggio a sonorità più quiete di genere country rock, i Raiders si erano riformati nel 1983: da allora hanno proseguito l'attività fino ad oggi esibendosi in circuiti minori ma conservando una discreta popolarità negli Stati Uniti tra gli amanti di sonorità anni Sessanta/Settanta. Solo lo scorso mese di luglio Revere aveva deciso dopo 56 anni di abbandonare il gruppo per motivi di salute.





 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.