Aretha Franklin, sospetti di auto-tune su "Rolling in the deep"

Aretha Franklin, sospetti di auto-tune su "Rolling in the deep"

Sta guadagnando l'attenzione generale il ritorno Aretha Franklin. "Aretha Franklin sings the great diva classics", questo il titolo del nuovo album che uscirà il 21 ottobre: nei giorni scorsi è stata diffusa la rilettura di "Rolling in the deep" (Adele), una delle cover incluse nel progetto. Poprio questa canzone però sta  facendo intravedere qualche crepa nel coro di lodi per il ritorno della regina del soul. Il Washington Post, nel suo "Style blog" con un articolo a firma Abby Ohlheiser, accusa la cantante di avere usato l'auto-tune in sala di incisione, ovvero il software per "aggiustare" l'intonazione della voce, che tante polemiche ha generato nella musica black (tra cui la famosa "D.O.A. (Death of autotune)" di Jay-Z).

L'auto-tune, scrive il Washington Post, si può sentiire "Specialmente nella prima strofa, quando c'è un effetto vocale che, secondo alcuni, suggirisce l'uso di un software di correzione che è diventato così diffuso che gli artisti hanno iniziato ad usarlo intenzionalmente per modificare il suono della propria voce".

Sentite la canzone e fatevi un'idea.







Ll'album, è stato prodotto da Kenneth "Babyface" Edmonds, Andre 3000 e Clive Davis (storico collaboratore della cantante, quest'ultimo). Questa la tracklist. "People" (Barbra Streisand) 

"Rolling in the deep" (Adele) 
"Midnight train to Georgia" (Gladys Knight & the Pips) 
"I will survive" (Gloria Gaynor - nel brano sono presenti alcuni campionamenti da "Survivor" delle Destiny's Child) 
"At last" (Etta James)
"No one" (Alicia Keys) 
"I'm every woman" (Whitney Houston) 
"Teach me tonight" (Dinah Washington) 
"You keep me hangin'on" (The Supremes) 
"Nothing compares 2 U" (Sinead O'Connor) 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.