"Hai paura del buio?" a L'Aquila: gli orari dei concerti e la playlist su Deezer

"Hai paura del buio?" a L'Aquila: gli orari dei concerti e la playlist su Deezer

Sono stati comunicati i dettagli  della data unica per il 2014 di “Hai paura del buio?” il festival ideato da Manuel Agnelli e dagli Afterhours, che si svolgerà sabato 4 ottobre a L'Aquila. Nella città abruzzese si esibiranno anche Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Piero Pelù, Paolo Giordano con Plus (Minus&Plus), Bachi da Pietra,  Versus – Cristiano Carotti VS Desiderio, Valentina Chiappini, Diodato, Enrico “Der Maurer” Gabrielli + Sebastiano De Gennaro, Ghemon, Le Indiesponenti, Graziano Staino, Isabella Staino, Luminal, Nebulae, Ura. Nell'immagine trovate la tabella con gli orari di esibizione. Qua le indicazioni su come arrivare, mentre a questo link c'è una mappa su Google con le navette.

Infine #HDB14 L'Aquila Non Ha Paura del Buio, una playlist su Deezer con le canzoni di tutti gli artisti coinvolti nella data


https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/LPHIWogQNrUiLxsnbzX2PI8j7dE=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fmedia.tumblr.com%2Faff33031fbc2bcdc3b75ab4b37f53e07%2Ftumblr_inline_ncr9l9VHMr1qz4fqw.jpg



ROCKOL TI REGALA DUE MESI DI DEEZER PREMIUM+: CLICCA QUI PER ACCEDERE

 

Nei giorni scorsi, Rockol ha chiesto a Manuel Agnelli di raccontare quest'ultima tappa della rassegna, e il senso della scelta di portare "Hai paura del buio?" nella città colpita dal terremoto nel 2009, dove gli Afterhours avevano già suonato nel 2012. Ecco lo scritto che ci ha mandato, e che abbiamo pubblicato venerdì.

Quando due anni fa decidemmo in collaborazione con l'amministrazione del L'Aquila di organizzare un concerto nella piazza del Duomo, ai confini della zona rossa, non immaginavamo neppure lontanamente che ci sarebbe stata una risposta commovente ed entusiastica di migliaia di persone. Il comandante dei vigili ci aveva portato in giro tutto il pomeriggio per le case puntellate e sbriciolate del centro storico, in un silenzio surreale, attraverso il deserto urbano dei supermercati abbandonati e dei condomini. Le tende sventolanti alle finestre sembravano le uniche cose vive della città.

La luce abbacinante della piazza gremita da migliaia di giovani festanti ci aveva intontito come un diretto d'incontro in pieno naso. Dopo il concerto un gruppo di ragazzi ci portò in giro per i vicoli bui della città "proibita", dietro le reti e le transenne, dove decine di loro coetanei avevano improvvisato dei punti di ritrovo con delle torce e qualche lattina di birra.

Fu magico e commovente. Ma non solo. 

La risposta e l’entusiasmo che abbiamo percepito suonando a L’Aquila allora ci ha reso consapevoli dell’utilità di regalare, nel nostro piccolo, un momento di svago. Perché vedere la città tornare alla vita anche solo per poche ore può regalare più energia di tante parole e tanti progetti mai portati a termine.

Centinaia di persone ci chiesero allora di non lasciar cadere nel nulla la nostra presenza. Di tornare, di non abbandonarli.

Non pensavamo che un concerto potesse essere così importante per qualcuno ma questo è anche un termometro di quanto L'Aquila sia stata lasciata al proprio destino.

E' difficile non cadere nella retorica quando si parla di cose così grandi, i problemi della città e degli aquilani sono soprattutto loro, inutile fare gli ipocriti. Sono loro che hanno sofferto e poi hanno lottato, anche rabbiosamente, in questi anni per riconquistare e ricostruire  quella che era e potrebbe ancora essere una magnifica città. 

Questi problemi però non sono SOLO loro, sono anche nostri.

Gli artisti coinvolti, ne hanno piena consapevolezza: non è beneficenza e non vogliamo essere come altri che sono venuti qui nel momento dell'emergenza e poi sono spariti.

Il festival ‘Hai paura del buio?’ è nato per riaprire la discussione attorno al mondo della musica e della cultura, attorno all’organizzazione sociale connessa al mondo della musica e della cultura stessi. Per noi è una grande soddisfazione collaborare con le istituzioni locali e i giovani imprenditori del posto. 

Fare qualcosa di così piccolo ma che è molto più importante di tutti gli obbiettivi che ci proponevamo di raggiungere inizialmente.

Portare un momento di vitalità ma anche di spunto professionale, di reazione, è una cosa alla quale contribuiamo con grande orgoglio.

Ringrazio fin d’ora tecnici, collaboratori e artisti che stanno contribuendo alla realizzazione dell’evento a titolo di rimborso spese, visto che l’appuntamento sarà a ingresso gratuito.

Ringrazio gli Aquilani e tutti quelli che parteciperanno perché ci danno l'occasione per fare qualcosa per loro che è qualcosa per noi stessi.

Se riusciamo a riaccendere una luce, anche piccola, anche per un attimo,  forse anche altri crederanno di poterlo fare.

 

Manuel Agnelli

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.