Comunicato Stampa: Si amplia il cast di 'Pistoia Blues': in arrivo Gary Moore

Comunicato Stampa: Si amplia il cast di 'Pistoia Blues': in arrivo Gary Moore
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

COMUNICATO STAMPA PISTOIA BLUES: C’E’ ANCHE MR.GARY MOORE!

IL CELEBRE CHITARRISTA IRLANDESE SI ESIBIRA’ SABATO 17 LUGLIO IN PIAZZA DUOMO
Infoline: tel. 0573 994659 - 0573 975208
On Web: www.pistoiablues.com

Si arricchisce il cast della venticinquesima edizione del Pistoia Blues Festival. Dopo Carlos Santana, Steve Winwood e i G3, arriva anche il chitarrista irlandese Gary Moore. L’autore di “Still Got The Blues” si esibirà in Piazza Duomo sabato 17 luglio, lo stesso giorno che ospiterà l’ex leader dei Traffic, Steve Winwood.
La carriera dell’irlandese Gary Moore è iniziata negli anni ’60 e ha attraversato diversi generi musicali. Nato a Belfast il 4 aprile 1952, si è formato ascoltando Beatles ed Elvis, ma seguendo in seguito le evoluzioni di Jimi Hendrix e dei principali bluesmen britannici come John Mayall o Peter Green. Il primo gruppo di Gary Moore ful il power trio Skid Row. Sostituì poi Eric Bell nei Thin Lizzy prima di iniziare una vera e propria carriera solista con il singolo “PARISIENNE WALKWAYS”, inciso con Phil Lynott alla voce. Il singolo raggiunse la Top Ten spianando la strada al buon successo dell’album “BACK ON THE STREETS”; dopo un altro hit single con Lynott intitolato “OUT IN THE FIELDS” (nel 1985), Gary Moore esplorò le proprie radici celtiche con l’album “WILD FRONTIER” (nel 1987) ma fu con STILL GOT THE BLUES (nel 1990) che il suo talentò si realizzò completamente. Il disco, come il seguente “AFTER HOURS”, vide la collaborazione di storici bluesmen come Albert King, B.B. King e Albert Collins. Nel 1994 Moore incise un album insieme a Ginger Baker e Jack Bruce, per proseguire la sua carriera solista l’anno seguente con un tributo al suo mentore: “BLUES FOR GREENY”, dedicato a Peter Green. Dopo alcuni episodi sperimentali, Gary Moore è tornato al blues nel 2001, come recita il titolo del nuovo lavoro “BACK TO THE BLUES”, giusto in tempo per essere tra i protagonisti di uno dei festival più importanti in Europa, il Pistoia Blues.
Il programma vede, dunque, venerdì 16 luglio, in apertura, i concerti del progetto G3 (Steve Vai, Joe Satriani e Robert Fripp), Sonny Landreth e Buddy Guy. Sabato 17 luglio, invece, sarà la volta di Alvin Lee, Gary Moore, John Mayall e Steve Winwood. Gran finale domenica 18 luglio con Richard Johnston, Jono Manson e Carlos Santana, che torna a Pistoia dopo otto anni di assenza.

Info su: www.pistoiablues.com
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.